Excite

Whitney Houston, nel testamento tutto alla figlia Bobbi Kristina Brown

  • infophoto

Lo scorso 12 febbraio il mondo della musica e non solo ha pianto la scomparsa di Whitney Houston, la cantante che ha perso la vita annegando nella vasca da bagno dell'albergo in cui si trovava. Ora vengono rese note le sue volontà, custodite in un documento ad Atlanta, redatto e firmato il 3 febbraio del 1993, un mese prima che la Houstondesse alla luce la sua unica figlia, Bobbi Kristina Brown.

Whitney Houston era l'amante del fratello di Michael Jackson, Jermaine

Nel testamento viene espressa la volontà da parte di Whitney, di lasciare tutti i suoi beni mobili ed immobili alla figlia Bobbi Kristina avuta dall'ex marito Bobby Brown. Niente, invece, per l'ex appunto, con cui ha trascorso anni duri e turbolenti, costellati da alcohol, droghe e violenza, mentre a Bobbi Kristina andrà un patrimonio che si aggira intorno ai 20 milioni di dollari. La cantante non ha specificato nel testamento tutti i beni singolarmente, ma ha espressamente richiesto che qualsiasi cosa in suo possesso dalle case ai vestiti fino ai gioielli sia della figlia.

Kevin Costner amava Whitney Houston

Whitney Houston ha designato la madre Cissy come suo esecutore testamentario, il fratello Michael e la cognata Donna come suoi fiduciari: la figlia riceverà i beni dilazionati tra i 21, 25 e 30 anni, escluso nei casi in cui il denaro sia necessario per progetti immediati come l'acquisto di una casa, o l'inizio di una attività, non potrà attingere al patrimonio liberamente, fino appunto ai 30 anni. Sperando che oltre al denaro la giovane Kristina riceva l'amore e le cure di cui una ragazza adolescente ha bisogno, visto che già ha manifestato problemi con droghe e alcohol.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017