Excite

Veronica Lario contro Chi: solidarietà dei vip, da Lele Mora a Iva Zanicchi

  • GettyImages

di Laura Abbate

Veronica Lario versus Alfonso Signorini. L'ex signora Berlusconi si scaglia contro Chi, settimanale del Gruppo Mondadori. Il pomo della discordia sono una serie di foto che la rivista diretta da Signorini ha pubblicato questa settimana. Le immagini ritraggono la signora Lario decisamente ingrassata e un po' invecchiata. Lei, l'ex lady B, dice di non aver problemi a invecchiare ma che la decisione di rendere pubbliche quelle immagini lo considera un attacco nei suoi confronti. Dal canto suo, Alfonso Signorini si difende affermando che la signora è un personaggio pubblico e dunque il fatto che non sia più in forma smagliante fa notizia.

Veronica Lario - Alfonso Signorini: ecco le foto che hanno fatto infuriare la signora

Di poche ore fa la replica di Alfonso Signorini a quanto sostenuto dalla signora Lario. "Non mi sono sentito offeso dall'intervista della signora Lario. "Appena ho letto la sua intervista, mi sono fatto una risata. Con tutti i problemi che l’Italia ha, diventa un problema politico nazionale la cellulite di Veronica Lario, come vedo dal dibattito che si sta scatenando? Che dei suoi chili in più se occupi Chi è normale. Noi siamo un giornale di gossip e di notizie così, e la notizia del suo ingrassamento è una notizia, quindi la diamo. Ma i politici e gli intellettuali dovrebbero occuparsi di cose ben più gravi".

Prosegue il direttore: "Trattiamo l’ex moglie di Berlusconi esattamente come facciamo con tutti gli altri: attrici, attori, personaggi della politica e altri vip. Della pancia di Renzi abbiamo parlato per primi noi. Abbiamo pubblicato il topless di Marina Berlusconi, la mia editrice, senza che lei ne sapesse niente e mi sono preso una lavata di capo".

Infine Signorini assicura che non c'è nessun accanimento contro Veronica Lario. "Parliamo di lei meno che di altri. E comunque, è un personaggio pubblico. E lei fa la vittima. Mentre Renzi, visto che sempre di pance stiamo parlando, è stato più sportivo. Non fa la lagna. La signora invece è troppo suscettibile. Dovrebbe starsene tranquilla. Io sarei più rilassato se, come lei, avessi un ex marito che mi dà 47.000 euro al giorno".

E quando il giornalista de Il Messaggero sostiene la causa della Lario che ha apostrafato Chi come "uno strumento per gli amici e contro i nemici" di Berlusconi, Signorini risponde: "Berlusconi di tutte queste cose se ne infischia. Secondo lei adesso Berlusconi si occupa delle lagne di Veronica o si interessa alle foto del suo ingrassamento? Ha questioni più importanti da risolvere" conclude.

E' in queste occasioni comunque che viene fuori, ovviamente pubblicamente, (la più sincera?) solidarietà femminile. Dalla parte della signora Lario si schierano: Lele Mora, Iva Zanicchi, Alessandra Moretti, Lorella Zanardo. Dice la sua anche Emilio Fede.

LELE MORA

"Veronica Lario è una donna meravigliosa che va rispettata, anche in quanto moglie dell'ex presidente del Consiglio. E resta sempre una grande attrice" sostiene l'ex agente dei vip, Lele Mora ai microfoni dell'Adnkronos. Mora prosegue e non fa sconti al direttore di Chi sostenendo che quel servizio "è un'offesa volgarissima. Signorini se ha quel posto lo deve a Berlusconi e dovrebbe avere più rispetto per la madre dei suoi splendidi figli". Ancora in conclusione Lele Mora dice: "Una persona può passare dei brutti periodi. C'è una separazione in corso. Bisogna saper criticare: quel posto Signorini non lo merita più. Se fossi iin Veronica Lario lo querelerei e lo farei licenziare".

IVA ZANICCHI

Sempre all'Adnkronos, Iva Zanicchi, eurocandidata alle Europee con Forza Italia sbotta: "Ma come si permettono! Certi scoop fattu per ferire le persone sono a dir poco disdicevoli. E poi senza giudicare le scelte che ognuno fa, penso che la Lario vada rispettata anche come madre dei figli di Berlusconi". Conclude la Zanicchi: "Non mi sono mai piaciute le cose rubate, figuriamoci degli scatti. E' davvero disdicevole". Insomma, la Zanicchi è assolutamente schierata a favore di quanto sostenuto dalla Lario. Le donne stanno con le donne, pare che la regola sia questa.

ALESSANDRA MORETTI

Quando c'è di mezzo la difesa di una "compagna di genere" si azzerano anche le rivalità politiche. Come la Zanicchi anche un'altra eurocandidata (col Partito Democratico però) si mette dalla parte della Lario senza pensarci neppure un minuto. Alessandra Moretti infatti sostiene che questo sia "l'ultimo retaggio di una cultura maschilista che vorrebbe noi donne inchiodate a uno stereotipo di belleza, mentre non solo si ha il diritto d'invecchiare come si crede, ma anche di vivere la femminilità secondo il proprio modo di essere e pensare, senza cadere in omologazioni banali che ci vorrebbero sempre in vetrina o su un piedistallo". Tuona ancora la Moretti, che non ha nessun problema di linea, nè di rughe: "La donna che accetta le rughe del tempo dimostra personalità e fierezza per quello che ha saputo costruire negli anni come la Magnani".

LORELLA ZANARDO

Siccome manca ancora una settimana alle votazioni europee, ogni occasione, anche quella più gossippara pare essere buona per dire ciò che si pensa. per par condicio quindi ecco anche quello che ha sostenuto Lorella Zanardo, eurocandidata di Tsipras. "Dedicherò il prossimo documentario al tema sollevato dalla Lario, a cui va la mia totale solidarietà. Le donne anziane in tv sono il 4.8 per cento, mentre in Italia sono 9 milioni, un quarto della popolazione. E' urgente che i media rappresentino le donne come sono, che diano spazio non solo a quelle chirurgicamente modificate ma a chi invecchia con la propria faccia".

EMILIO FEDE

L'ex direttore del Tg4 ha qualcosa da ridire alla signora Lario. La classica discesa in campo nei confronti dell'amico Silvio? No questa volta Fede difende la categoria, quella dei giornalisti. E spiega in un'intervista a Il Tempo: "Ma quale macchinazione politica. la pubblicazione sul settimanale Chi delle foto di Veronica Lario con i segni dell'età e con qualche chilo in più risponde solo al coraggio professionale del direttore Alfonso Signorini". Lo ammette Fede, invecchiare non piace a nessuno, neppure a lui. "Non è bello. Ma bisogna cominciare as accettare l'età che avanza, altrimenti non vale. Io ogni tanto mi vedo nei filmati di Blob nei tg della Rai e mi trovo bellino. Poi ho fatto un servizio fotografico qualche tempo fa e il fotografo mi ha chiesto di tirare dentro la pancia e non sembrare troppo vecchio. Questo per dire che lottare con la vecchiaia si può fare".

Insomma, la signora Lario ha il diritto di invecchiare e può anche scegliere come, ma un giornale di gossip, come Chi, ha il diritto di pubblicare delle foto. E' un ingrato compito, ma qualcuno dovrà pur farlo.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017