Excite

Vallettopoli, litigi e il libro di Corona

Crisi di nervi su Vallettopoli.
La pesante accusa pronunciata lunedì scorso davanti al Csm dal procuratore generale Vincenzo Tufano ("Da noi ci sono pubblici ministeri troppo disinvolti che non rispettano le regole. Soprattutto quelle in materia di libertà e di privacy") e la risposta del procuratore Giuseppe Galante che ha deciso di adire le vie legali nei confronti del pg ("definizioni mortificanti, arbitrarie e insultanti") ha dato inizio al valzer delle polemiche all’interno della magistratura.

Sul povero Tufano sono piovuti gli strali (e la querela per diffamazione) del pm Vincenzo Montemurro, mentre il gip Alberto Iannuzzi, dipinto come un alter ego di Woodcock, ha chiesto con urgenza di essere ascoltato dal csm. Tufano, dal canto suo, è infuriato: "La mia audizione davanti al Csm era secretata. Com'è possibile che sia finita sui giornali? Scriverò al presidente Mancino".
Intanto l’inchiesta va avanti.

Probabile che lunedì venga ascoltato l’imprenditore Diego Della Valle: nell'archivio di Corona gli inquirenti avrebbero trovato tracce di foto scattate al largo di Capri l'estate scorsa.

Nel frattempo, al primo piano del carcere Betlemme di Potenza, il detenuto eccellente Corona Fabrizio ha appena terminato di scrivere un memoriale che forse diventerà un libro, ma che senz’altro consegnerà al Tribunale del Riesame per dimostrare la sua innocenza: "Un lavoro ben fatto — dice l’avvocato Strano Tagliareni—. Molto circostanziato, pieno di ricordi, di fatti, di nomi. I giudici, dopo averlo letto, potranno avere senz’altro un quadro più chiaro".

Corona in questi giorni ha ricevuto le visite di Sergio Lapenna e Franco Mattia, due esponenti regionali di Forza Italia, che hanno raccolto il suo sfogo: "Fuori prima mi cercavano tutti. Adesso invece sembra che di me non importi proprio più a nessuno. Qua dentro, però, ho conosciuto un altro mondo".
Poi sui detenuti: "Mi hanno perfino mandato biglietti in cella, mi hanno scritto che vorrebbero venire a qualche festa, quando usciremo. Ma io ora penso soprattutto al lavoro, alla vita che m’aspetta, ai tanti impegni e a quelli che lavoravano con me. Ci penso sempre".

Ma a cercare Corona non sono stati solo avvocati e politici. Il paparazzo ha ricevuto una lieta sorpresa: Nina Moric (lunedì sarà interrogata dal pm per rispondere di riciclaggio) che nei giorni scorsi si è recata a Potenza: "L’incontro ci ha unito ancor di più, ma mi manca molto mio figlio Carlos", ha riferito Fabrizio all’avvocato.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017