Excite

'Topless meeting', riunioni senza pc negli Usa

Negli Stati Uniti sono arrivati i divieti contro i manager distratti. Durante convegni e meeting di lavoro, ribattezzati 'topless meeting', sarà proibito portare con sè laptop, cellulari, blackberry. L'obiettivo è cercare di eliminare qualsiasi possibile distrazione. Troppo spesso, infatti, è accaduto che nel corso delle riunioni all'oratore siano state preferite e-mail, internet e conversazioni al cellulare.

Con i primi divieti sono nati anche i primi dibattiti tra il popolo di internet. Per molti è assurda la richiesta di far spegnere il computer, altri invece hanno appoggiato tali divieti. Tra i sostenitori del pc spento Nelson Minar, un ingegnere che ha da poco lasciato Google ed ha creato una sua attività, che ha spiegato il suo punto di vista raccontando l'esperienza da lui vissuta nell'azienda di Mountain View. "Passavi le notti a preparare il briefing sullo stato dei tuoi progetti e sulle nuove strategie che volevi seguire - ha detto Minar - e poi pronunciavi il tuo intervento davanti a una pattuglia di vicepresidenti che in tre casi su quattro non alzavano mai lo sguardo dal loro computer".

Quanto affermato da Minar è subito stato commentato. Secondo alcuni "per avere un pubblico più concentrato bisogna proibire non solo i laptop ma anche le sedie" mentre secondo altri il meeting rappresenta solo un modo di costruire un rapporto con i colleghi, di creare identità e status, non necessariamente quindi richiede una particolare attenzione.

Intanto alcune società, come Yahoo!, hanno iniziato a far propri questi divieti. Altre hanno deciso di cercare di risolvere il problema abolendo le riunioni o concentrandole in un solo giorno della settimana. Microsoft, infine, ha deciso di darsi una sorta di codice delle buone maniere. Permesso il 'tabletPC', un computer con lo schermo piatto sul quale si scrive con una specie di penna elettronica. Il 'tabletPC', infatti, è considerato meno invasivo in quanto non crea una barriera fisica tra oratore e ascoltatori.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017