Excite

Soldi nella guepiere di D'Addario, lei nega

Nuove rivelazioni relative all'inchiesta di Bari vengono messe in piazza dalla Gazzetta del Mezzogiorno secondo cui Patrizia D'Addario avrebbe trasportato denaro nella guêpière per conto di un politico locale.

Le ragazze e i fatti dell'inchiesta di Bari

Nell'inchiesta si parla dell'accordo tra la D'Addario e un "assessore regionale importante", che le avrebbe pagato 10.000 euro in contanti per trasportarne una cifra pari ad un milione e mezzo nella guêpière e trasferirla in Qatar.

Lei però nega tutto e smentisce "categoricamente quanto riportato circa un mio presunto viaggio all’estero con un ipotetico politico locale ed un imprenditore, finalizzato all’esportazione illecita di valuta. Non ho mai fatto un viaggio con un politico" aggiungendo di non essersi mai "resa responsabile di illecita esportazione di capitali. Mi riservo di tutelarmi nelle sedi opportune contro ogni attacco diffamatorio nei miei confronti".

La Procura di Bari, per bocca del neo procuratore capo Antonio Laudati, ha fatto sapere che "in questo caso non interessa tanto il reato di esportazione di valuta quanto la relazione interpersonale fra i soggetti che maneggiano il denaro. Perché non importa tanto dove va il denaro, ma sarebbe più interessante sapere da dove viene".

Secondo la Gazzetta del Mezzogiorno la D’Addario avrebbe nascosto 3.000 banconote da cinquecento euro nella guêpière e dopo essere arrivata in Qatar avrebbe ricevuto una ricompensa pari a 10.000 euro, utilizzati per acquistare la Ford Fiesta che utilizza per spostarsi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017