Excite

Serena Williams

Culturista più che farfalla, sfacciata più che elegante, aggressiva più che leggiadra. Serena Williams è tutto tranne che il prototipo della tennista idealtipo.
Gambe da calciatrice, spalle da body builder, e sguardo assassino che fulmina forse più dei suoi terrificanti servizi.

E' lei, assieme alla sorella, la reincarnazione del black power in gonnellino che da anni non trovava più sbocchi nel tennis mondiale che conta.
Temperamento da wrestler e muscoli perennemente in tensione, Serena ha portato un nuovo modo di giocare a tennis, irrompendo in questo sport con la forza bruta di un uragano.
Nessun avversaria (esclusa la sorella) può competere con la sua esplosività, con la sua forza fisica che poco scende a compromesso con l'acume tattico ancora latitante.
Serena rappresenta il prototipo del nuovo tennis femminile che si fa sempre più virile e sempre meno "intelligente". Una volta c'era la bellezza agile della Graf, oggi il proscenio è tutto nelle mani di questa afroamericana dalle treccioline rasta che poco o nulla concede alle sue sparring partners.
Le allusioni si sprecano: c'è chi la considera il "braccio violento del tennis femminile", o la rappresentante più illustre del filone trasteverino "setepijotesdereno".
Rispetto a Venus, sua sorella maggiore, la Tyson del circuito Wta ha una maggior forza, una vis agonistica e una resistenza che la porta a prevalere anche quando la giornata non è delle migliori.
Non a caso il suo fidanzato è un giocatore di football americano, l'unica persona in grado di poterla "contrastare" sotto le coperte.

Tutto su Serena Williams:

• Galleria fotografica
• Nata il 26 settembre 1981a Saginaw, Minnesota
• Altezza: 173 centimetri
• Occhi: scuri - Capelli: neri
• Hobby: shopping, party mondani e jogging
• Lato migliore del carattere: la generosità
• Le cose più importanti per lei: battere la propria avversaria
• Genere di film preferito: romantici e azione
• Misura di reggiseno: terza
• Stato civile: single

Nata e cresciute a Compton, un violento sobborgo metropolitano di Los Angeles, Serena e Williams hanno trovato nel tennis una miniera d'oro che non solo le ha tolte dalla strada, ma le ha anche inserite nel novero delle 10 atlete più pagate dello sport mondiale.
Il miracolo-Williams si è compiuto anche grazie alle scelte del loro papà-padrone Richard che le segue ovunque in giro per il mondo e le ha allenate a diventare quello che sono oggi, dei veri pitbull da combattimento.
Il credo di Serena è quello di "tirare sempre e comunque più forte della propria avversaria", un credo che le ha permesso di diventare la protagonista principe del tennis mondiale.
Serena ha anche il fisico ideale (forse addirittura migliore di quello della sorella): 173 centimetri di muscoli e potenza, baricentro basso e capacità, dunque, di colpire la pallina con maggior forza e velocità.
Molto importante nella sua carriera è anche la fede nel suo destino di eletta che proviene dalla sua appartenenza al credo dei testimoni di Geova.
Papà Richard le mise una racchetta in mano già a 4 anni e da quel giorno le insegnò tutto sullo sport e sulla vita, compreso l'obbligo di continuare gli studi, parallelamente ai successi sul rettangolo di gioco.
La famiglia Williams è piuttosto sui generis: un padre manager, una mamma che appare solo di rado e che assomiglia a Woopi Goldberg con parruccone platinato in testa e cinque figlie dai nomi improbabili come Yetunde, Isha e Lyndrea.
Acconciata in abiti succinti che ne esaltano i muscoli torniti e le fattezze imponenti, Serena stende per il suo fascino selvaggio, per la sua energia e per il fatto che una tennista nera come lei, il mondo del tennis, non l'ha mai conosciuta.
Vista la sua palese superiorità atletica su tutte le colleghe pari-sesso, la tennista black più famosa e invidiata ha lanciato un po' di anni fa fa la sua sfida più impegnativa, forse anche per scappare alla noia di successi troppo facili: "Vorrei sfidare un tennista uomo e vedere se riuscirà a battermi". Secondo gli addetti ai lavori non c'è partita: perderebbe 6-0, 6-1 contro un Barazzutti in discreta forma. Sarà vero? Solo il tempo saprà dircelo.

Serena Williams in due nomi:

Richard Williams
E' il padre manager che l'ha lanciata nell'Olimpo del tennis di tutti i tempi, accanto ad altre stelle come la Navratilova o Chris Evert.
Dicono sia un papà molto esigente e severo, ma Serena lo ama e ha più volte dichiarato: "Senza di lui non sarei diventata quella che sono oggi".

Venus Williams
E' la sorella alla quale vuole un bene dell'anima. Si dice che tra di loro vi sia un'accesa rivalità.
Se c'è, le due pantere riescono benissimo a celarla, non lesinando baci, abbracci ed altre effusioni varie.

In rete
:
- Guarda la galleria fotografica
- Altre foto di Serena Williams su Excite Search
- Alcuni siti dedicati alla bellissima Serena

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017