Excite

Selvaggia Lucarelli contro Gabriele Muccino, guerra sui social per il doppiaggio dei film italiani

  • GettyImages

di Laura Abbate

Selvaggia Lucarelli e Gabriele Muccino si combattono sui social a suon di post. Muccino attacca i doppiatori italiani, accusandoli in sostanza di non essere poi così tanto capaci di fare il loro lavoro, Selvaggia è schierata esattamente sul fronte opposto e difende a spada tratta chi effettivamente spreca tempo e soldi per consentire a una pellicola di essere internazionale. Dalla querelle al personale però il passo è breve.

La polemica di Gabriele Muccino contro i doppiatori

La Lucarelli scrive: "Ai più è sfuggito, ma Gabriele Muccino ha messo in piedi una polemica alquanto nervosa sulla sua pagina fb che riguarda il doppiaggio in Italia. Una polemica in cui dà dei provinciali agli italiani che si ostinano a guardare i film doppiati e un sacco di altre belle cose che il nostro genio da esportazione evidentemente aveva sulla punta della lingua da tempo. In un primo post dice di aver visto Her e di pensare con terrore a come sarà la voce sublime della Johansson doppiata". Questo è solo l'incipit, il lungo seguito ve lo riportiamo di sotto.

La replica di Muccino non si fa attendere e non è neppure tanto serafica. Infatti il regista italiano sbarcato anni fa negli States scrive: "Al di fuori di ogni equivoco che non si vuole ottusamente districare, (forse perché litigare ed accapigliarsi è semplicemente umanamente più eccitante), io ho lavorato per tre film consecutivi con un grande direttore di doppiaggio, Mario Cordova, con cui sono amico, e come lui ben sa, sono sempre rimasto entusiasta del lavoro fatto. Ma per far crescere gli attori e i cineasti italiani non posso tacere e non dire la mia verità come l'hanno detta altri prima di me". Non è finita qui, Muccino prosegue: "Possiamo andare avanti all'infinito, ma un popolo che non ha mai visto un singolo film con la voce di Dustin Hoffmann in originale non può raccontarsi di conoscere l'esperienza cinematografica come è stata partorita, realizzata e finalizzata. E' una cinematografia che non cresce. Potete non credermi. Potete insultarmi, ma ho avuto esperienze sufficienti nella mia vita per sapere perfettamente quello che affermo. Grazie a tutti".

Pensate che l'animo del regista si sia placato? Macchè!!! L'ennesimo post è proprio ad personam, tutto per "Servaggia", così l'ha soprannominata. "INGLORIOUS BASTARDS di Tarantino, parla 3 lingue: inglese, francese e tedesco. Nessuna delle tre parti del film non in inglese è stata doppiata ma semplicemente sottotitolata (...) Alla faccia dunque delle dozzine di persone, attori, doppiatori , lobbisti, e incompetenti che oggi hanno intasato la mia bacheca di insulti, a partire dalla signora più supponente e arrogante, la seguitissima ma a me sconosciuta Selvaggia Lucarelli, che in un suo post oggi esordisce con un virgolettato "Mucci'", tra il borgataro e il denigratorio come tutta la sua inutile inconsistente filippica contro me, i miei film, la risibile necessità di vedere film in lingua originale per arricchirsi anche culturalmente, e poi punteggiature da maestrina stitica sui typos commessi, offese gratuite ai miei attori e persino al mio modo di parlare".

La filippica, questa volta di Muccino, non finisce qui. Ne ha pure per Pino Insegno che pare abbia commentato lo status della Lucarelli suggerendogli un doppiatore. Ciò ha fatto scatenare ancora di più l'ira funesta dell'esperto di cinema.

Selvaggia alza allora la bandiera color arcobaleno e con animo pacifista spiega: "Sì ma dite a Muccino che dopo tre post in cui mi offende, poi diventa difficile sostenere la tesi chi se ne frega di quello che dici tu ". E tutti i torti questa volta la Lucerelli non ce li ha. Prosegue: "Io ho scritto quello che pensavo, continuo a pensare che La ricerca della felicità e L'ultimo bacio fossero dei bei film, continuo a non capire bene il suo italiano e a pensare che sia stato inutilmente spocchioso e offensivo nei confronti dei doppiatori. Detto ciò, non è che ci debba tornare su per due giorni". Conclude Selvaggia: "Gli auguro di tornare al cinema con un bel film e di trovare un po' di serenità, perché mi pare un po' nervosetto. p.s. Grazie a tutti i doppiatori per le cose gentili che mi hanno scritto".

Eh sì, l'amore alla Lucarelli le fa proprio bene. Che Muccino prenda esempio!

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017