Excite

Scandalo principe Harry: addio a fidanzata e Facebook

  • Infophoto

Ahi, ahi, ahi. Il Principe Harry sta pagando cari quegli scatti che lo mostrano come mamma l'ha fatto durante una notte brava a Los Angeles. Scatti che Buckingham Palace avrebbe voluto bloccare, ma che Murdock ha ugualmente pubblicato sul suo Sun per permettere ai lettori di vedere "come un appartenente della famiglia reale rappresenta la Gran Bretagna nel mondo".

Principe Harry: le foto dello scandalo

Come prima cosa, Harry è stato scaricato dalla nuova fidanzata, l'ereditiera e aspirante attrice Cressida Bonas, che si è definita "umiliata": non dev'essere stato carino, in effetti, contemplare il proprio compagno senza veli - diciamo così - in una camera d'albergo con un'altra ragazza.

In secondo luogo, lui si è affrettato a chiudere il proprio account Facebook per questioni di privacy e sicurezza (il suo pseudonimo era Spike Wells). Pare che il suggerimento sia arrivato dal suo segretario personale Jamie Lowther Pinkerton, che sta conducendo anche un'inchiesta sulle foto dello scandalo. Eh sì, perché il grande timore è che ce ne siano altre pronte per essere messe in circolazione. Sarebbe un disastro, un vero e proprio disastro. Anche i due migliori amici di Harry, presumibilmente presenti nella fatidica nottata, si sono dileguati da Facebook: ma questo non basta a sentirsi più tranquilli.

Intanto Harry, tornato dagli Usa giovedì scorso, ha subito "affrontato" sia il fratello William che il padre Carlo; sembra sia ultra pentito per quest'ennesimo colpo di testa: "sente - ha spiegato una fonte - di essersi comportato in modo deludente ed è molto arrabbiato con se stesso per aver permesso che questo accadesse". Resta in piedi, naturalmente, anche l'ipotesi relativa a una sorta di complotto: almeno quattro "hot-chicks" avrebbero fatto di tutto per finire in camera con lui, convincerlo a spogliarsi e poi scattare quelle foto. Vabbè, però esiste anche la facoltà di rifiutarsi, eh...

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017