Excite

Sara Tommasi: "Forse sono incinta, il padre è Andrea Diprè"

  • Youtube

"Aspetto forse un figlio dall'avvocato Andrea Diprè", l'annuncio è arrivato da Sara Tommasi in un video pubblicato sulla pagina Facebook dell'ex critico d'arte. Una autentica bomba che ha fatto rapidamente il giro del web. "Andrea raggiungimi, credo che il nostro amore sia davvero più importante di tutto", ha aggiunto la showgirl. Di seguito il video.

Che notizia meravigliosa!!! 󾆟 #saratommasi

Posted by Andrea Diprè on Lunedì 30 marzo 2015

E' un momento decisamente particolare, sia per Sara Tommasi che per Andrea Diprè, che settimane fa hanno annunciato le loro nozze, fissate per il 24 maggio a Las Vegas.

SARA TOMMASI - La showgirl è stata oggetto di attenzioni (non gradite) da parte di Selvaggia Lucarelli, preoccupata per le sue condizioni di salute dopo le sconclusionate risposte all'intervista a cui l'ha sottoposta per radio M2o.

Successivamente, la stessa giornalista (che aveva ringhiato contro Diprè su Fb), aveva scritto che Sara era di nuovo in cura, fatto smentito dalla Tommasi: "Sto bene, amo Andrea e voglio sposarlo, Selvaggia smettila o ti querelo", le sue parole nel solito clippino pubblicato sulla pagina fb di Diprè.

Sara Tommasi: "Selvaggia Lucarelli, smettila o ti denuncio"

ANDREA DIPRE' - Secondo il Corriere di Verona, Andrea Diprè dovrà rispondere in tribunale di truffa ed appropriazione indebita. A denunciarlo sarebbero stati due pittori, che gli avrebbero dato soldi in cambio della promessa, non mantenuta, di alcune comparsate televisive.

Sara Tommasi, l'intervista choc a Selvaggia Lucarelli

Secondo la denuncia, ad una donna, una delle due persone che lo ha deunciato, Andrea Diprè "assicurava di mandare in onda sui canali televisivi di cui aveva la disponibilità (sia su piattaforma SkY che sul digitale terrestre) i video, da lui girati, raffiguranti le opere pittoriche per un ammontare di ore pari a 1.400, inducendola in errore e procurandosi l’ingiusto profitto pari a 3.300 euro in contanti, oltre a quattro assegni postali compilati per un importo complessivo di 3.700 euro, più due assegni circolari del valore complessivo di 9mila euro nonché quattro assegni postali rilasciati in bianco che la parte offesa gli consegnava in più circostanze". Diprè, inoltre, avrebbe "approfittato della parte offesa che si trovava in una situazione di particolare sofferenza psicologica".

Qualche giorno fa c'è stata la prima udienza del processo presso il tribunale di Verona, Andrea Diprè non era presente. L'udienza è stata comunque rinviata a dicembre prossimo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017