Excite

Ruby, tentato suicidio: "Nel novembre del 2010 mi sono sentita abbondonata e ho provato a farla finita"

  • web

di Laura Abbate

E' stata al centro di un'inchiesta divenuta poi un processo dall'eco mediatico gigantesca, Karima el Mahroug, meglio conosciuta come Ruby, si racconta sulle pagine di Diva e Donna (oggi in edicola). Al settimanale di Cairo, Ruby affida una verità choc che lascia tutti senza parole, proprio pochi giorni prima della sentenza d'Appello per Silvio Berlusconi. La giovane marocchina racconta: "C'è stato un momento nel novembre del 2010 in cui mi sono sentita sola e abbondonata a me stessa, travolta dagli eventi ho pensato di farla finita. Anzi,ci ho anche provato!". Ebbene sì, quella ragazzina apparentemente tutta supponenza e arroganza ha tentato il suicidio. Proprio lei che ha sfidato il mondo intero, quello della magistratura in particolare, affermando l'esatto contrario di quello che i giudici hanno detto cioè che Silvio Berlusconi le ha fatto solo bene, svela un segreto doloroso in cui si cela tutta la sua fragilità.

Scontro Travaglio-Santanché sull'affaire Ruby

Ruby si racconta a trecentosessanta gradi nel suo ruolo di moglie e madre. Ma non tralascia alcuni importanti retroscena che risalgono ormai a qualche anno fa, al suo passato. Con Luca Risso (il marito) "abbiamo avuto un po' di difficoltà perché io sono tornata in Italia lui è rimasto in Messico, ha aperto una ditta che produce pasta fresca; qui, da quando sta con me ha avuto problemi con i suoi locali" ha spiegato. Si sfoga Ruby: "Anche quando porto al parco mia figlia sento il peso dello sguardo della gente. Mi giudicano e mi dà fastidio. Non sono una persona libera!". A proposito della piccola Sofia, la giovane mamma racconta: "Non sono stata molto figlia e per me essere madre è più difficile, ma cerco ogni giorno di dare il meglio. Sofia sta vivendo in una campana di vetro e so che prima o poi dovrà uscirne. A settembre inizierà ad andare all'asilo: i bamini possono essere cattivi...Sperò che mi giudicherà solo come mamma: è l'unica persona che mi conosce davvero".

Poi arriva la rivelazione choc, Ruby racconta di un periodo buio in cui si è sentita abbandonata da tutti e ha pensato di togliersi la vita, ha pensato di non avere nessun motivo per andare avanti. E' successo prima di andare a vivere con il suo fidanzato, quando era ancora per tutti una minorenne che si era prostituita alla corte di Silvio Berlusconi, quando tutti l'attaccavano per la sua indubbia avvenenza fisica e "furbizia orientale". "Sono finita all'ospedale, non l'ho mai raccontato finora perché ripensandoci mi sento stupida: eppure allora non vedevo prospettive, sentivo il mondo contro di me. Contro Ruby, il mostro. Poi, sono rimasta incinta e tutto è cambiato: ho vissuto la gravidanza con gioia e non ho mai pensato di rinunciare alla mia bambina. Lei mi ha dato la forza di andare avanti". E' grazie alla piccola Sofia insomma se la sua vita è ricominciata.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017