Excite

Rocco Siffredi e la moglie Rosza raccontano la loro intimità in camera da letto

  • Facebook

di Silvia Tozzi

Rocco Siffredi e la moglie Rosza Tassi in vista del nuovo programma che Rocco condurrà su Cielo, in cui darà consigli (sessuali) alle coppie, hanno rilasciato un'intervista a Oggi in cui parlano della loro intimità. I due, sposati dal 1993, lo stesso anno in cui si sono conosciuti, sono genitori di Lorenzo (15 anni) e Leonardo (12). La prima regola che rivelano è: “Quando vuole sperimentare qualche novità a letto, chiedere alla partner: Posso? Meglio beccarsi un no, che un seccato: Ma perché me lo hai chiesto? E poi un altro consiglio: usate gli accessori. Una telecamera non serve solo a fare i film porno, come faccio io, potete usarla per divertirvi, riguardarvi, creare una complicità speciale”. Insomma, una specie di anteprima di Ci pensa Rocco.

Rocco Siffredi testimonial contro l'abbandono degli animali

Quel che emerge è però che per avere una buona intimità di coppia si deve essere una buona coppia. Lui, che con l'ungherese Rosza sta da tanti anni, lo chiarisce subito: “Io la chiamo Santa Rósza. Non è facile trovare una donna che accetti il mio lavoro”. Rózsa non ha mai mostrato cedimenti, mai un’ombra di stanchezza sebbene, al suo posto, sono tantissime le donne che non ce l’avrebbero fatta. Perfino quando Siffredi è stato indagato per evasione fiscale, la sua bella moglie è rimasta al suo fianco, una presenza silenziosa e confortante.

Rocco Siffredi con le Dorcel Girls

Riguardo la gelosia, ha detto: “Per i rapporti carnali, io non sono geloso. Anzi, ogni tanto le dico: Ma dai, fatti fare un bel massaggio approfondito. Ma lei niente, è fedelissima. So però che, al contrario di me, non sa separare il sesso dall’amore. Quindi, se un giorno dovesse tradirmi con un altro, vorrebbe dire che se n’è andata anche con il cuore. Sarebbe terribile”. Rozsa, Miss Ungheria 1990, però è diventata anche lei attrice hard, proprio grazie a Rocco, che la fece recitare in un suo film: "La protagonista diede forfait e lui, a bruciapelo, mi propose di sostituirla - aveva raccontato una volta a Panorama - Non ci eravamo neppure baciati, accettai a una sola condizione: che le mie scene di sesso fossero girate soltanto con lui. Così dovettero cambiare la sceneggiatura e il film si trasformò in una versione hard di The Bodyguard. Lui faceva Kevin Costner e io Whitney Houston. Quando l’ho visto nudo per la prima volta, ho pensato: Aiuto. Poi, sa com’è, ci si abitua".

Rocco Siffredi candidato sindaco a Palermo

Rocco si è ritirato dal mondo della pornografia : “Quando ho deciso di chiudere con l’hard, perché pensavo fosse la cosa più giusta per i miei figli, è stata una catastrofe: ero diventato dipendente dal sesso, un drogato. Uscivo di casa e andavo con tutte le donne che incontravo. Stavo male. Rózsa ha capito e mi ha detto: Noi viviamo tranquilli se sappiamo che sei sereno. E ho risolto i miei conflitti”. Tradotto (lo hanno raccontato tempo fa a Piero Chiambretti): lui andava con altre donne, a pagamento, lei lo ha fatto tornare a recitare. Lui non fa sesso - fuori dagli schermi - altro che con lei. La vita sessuale continua ad andare bene: Ròzsa ha dichiarato: "Quando mi raccontano dei mariti che cominciano a perdere colpi, forse un po' di invidia c'è. Sa come lo chiamo nell'intimità? L'ultimo samurai”.

Rocco Siffredi, foto

Entrato nel porno a soli 20 anni, oggi Rocco è attore, regista, produttore cinematografico e stilista, attivo non solo nel cinema hard, ambito in cui ha creato una propria casa di produzione, la Rocco Siffredi Production. Ha girato e diretto centinaia e centinaia di film a luci rosse per i quali ha collezionato una quarantina di premi dell'AVN Awards.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017