Excite

Raoul Bova e Rocío Muñoz Morales: "Vivo una storia serena con lei, ci unisce la solidarietà"

  • Getty - Facebook Official

di Margherita Gamba

La notizia è arrivata, alcuni giorni fa, come un fulmine a ciel sereno. Prima solo un gossip, poi la conferma: Raoul Bova e la moglie Chiara Giordano si sono seperati. Tutto finito dopo 13 anni di matrimonio e due figli. In realtà, come ha spiegato anche l'attore sulle pagine di Vanity Fair - la crisi era iniziata molto prima, ben tre anni fa.

Raoul Bova ospite a C'è posta per te, foto

Rocío Muñoz Morales, chi è la spagnola che ha conquistato Raoul Bova: foto

"Io e lei, nel tempo, siamo molto cambiati. Il cambiamento a volte unisce e a volte no. Noi due, purtroppo, non ci siamo più capiti. Allora è iniziato un periodo molto lungo in cui ci siamo parlati, ci siamo confrontati. Abbiamo provato in tutti i modi a risolverli, quei problemi, ma purtroppo non è bastato. E alla fine abbiamo deciso, di comune accordo, con grandissimo dolore e con grandissima civiltà, di prendere strade diverse", ha raccontato il 42enne, che ora ha ripreso in mano la propria vita. E lo ha fatto anche grazie alla nuova compagna, la 25enne Rocío Muñoz Morales, conosciuta due anni fa sul set della pellicola Immaturi. La coppia era stata paparazzata dal magazine Novella 2000 in un hotel di Madrid. Tra sguardi e complicità, era parso chiaro il tipo di rapporto. Ora, anche su questo flirt, Raoul ha voluto dire la sua.

"Io sto vivendo una storia serena con questa ragazza. Ma non voglio che lei diventi il capro espiatorio per la fine del mio matrimonio. La crisi con Chiara risale a tre anni fa. Rocio e io, questa sera, andiamo a portare un pasto caldo ai poveri. La solidarietà è un valore che ci accomuna. Tutto è nato così tra noi". I reporter del settimanale Chi hanno immortalato questo momento. E pare che la dichiarazione, riportata dal sito Gossip.it, sia avvenuta per volere dello stesso romano, che si sarebbe avvicinato di sua spontanea volontà dopo essersi accorto della presenza del paparazzo. La troppa onestà di Bova, però, non è piaciuta alla Giordano che, infuriata, sempre dalle pagine del settimanale diretto da Alfonso Signorini, ha fatto sapere: "per 16 anni non abbiamo mai parlato dei nostri fatti privati alla stampa e lo abbiamo fatto proprio per tutelare i nostri figli. Ma qualcosa, evidentemente, è cambiato. Abbiamo sempre protetto i nostri figli tra le mura di casa, abbiamo insegnato loro a essere onesti. Abbiamo insegnato loro a distinguere con intelligenza la verità dalla finzione e dagli assurdi pettegolezzi".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017