Excite

Quando bellezza fa rima con intelligenza

Sono passati cento anni da quando A. Binet pubblicò la prima versione del test di intelligenza tuttora più famoso al mondo, attualmente noto come "Q.I.". Mezzo secolo prima il cugino di Darwin, tale Sir F. Galton, aveva inaugurato e al contempo liquidato lo studio scientifico dell'intelligenza concludendo che, in poche parole, si trattava di una questione ereditaria (tra parentesi: Galton è anche tristemente noto come il padre dell'eugenetica, quella scienza finalizzata al miglioramento della razza che tanto piacque ai nazisti).

Facciamo un balzo in avanti, e dimentichiamoci di un intero secolo di dibattito su cosa sia l'intelligenza. Ricordiamo soltanto che ad alimentare il dibattito hanno contribuito le donne, le minoranze etniche, le persone in condizione di svantaggio sociale e culturale, e in genere tutti coloro che risultavano più stupidi nei test inventati dai maschi bianchi occidentali e di classe socio-culturale elevata.

Veniamo ad oggi, dunque. La rivista scientifica "Intelligence" ha pubblicato una ricerca intitolata "perché le persone belle sono più intelligenti". Inizialmente ho creduto si trattasse di una domanda: perché,le persone più belle sono più intelligenti? E chi l'ha detto? Invece, secondo gli autori i belli appaiono notoriamente più intelligenti.
Ma attenzione, dicono gli autori: non è che siccome uno è bello ci sembra anche intelligente, perché siamo a nostra volta instupiditi dall'altrui bellezza. No, i belli appaiono più intelligenti perché lo sono!

Da qui, lo studio sviluppa il seguente inoppugnabile "teorema":

1) gli uomini più intelligenti hanno uno "status" più alto dei meno intelligenti ("status alto" significa: più soldi, più successo, la macchinona, etc.)
2) gli uomini di status più elevato hanno maggiori probabilità di accoppiarsi con donne più belle (cosa altro può interessare a un uomo di successo e/o a una bella donna?)
3) l'intelligenza è ereditaria (visto che Galton è ancora tra noi?!?)
4) anche la bellezza è ereditaria (almeno adesso sapete con chi prendervela)

Ergo: maschio più intelligente = più successo = femmina più bella = figli belli e intelligenti.
La scoperta è a dir poco sensazionale. Si noti infatti che il teorema è applicabile a qualsiasi altro tratto ereditario che aiuti a mantenere uno status elevato. Facciamo conto, per prendere un esempio a caso, che l'aggressività sia ereditaria. Gli uomini aggressivi fregano quelli pacifici, si beccano le donne più belle... e il gioco è fatto. E non finisce qui. L'intera teoria poggia sull'assunto che, nel migliorare la specie, la prole riceva in dono l'intelligenza del maschio e la bellezza della femmina.

In conclusione il consiglio di oggi dello psicologo esperto in intelligenza è il seguente:
- se siete donne, sbrigatevi a trovare un uomo che ha la Ferrari e concedetevi senza esitazioni, anche perché è sicuramente intelligente;
- se siete uomini, compratevi la Ferrari e mettete incinta la prima bonazza che è disposta a salirci, per il bene dell'umanità;
- altrimenti, uomini o donne che siate, accettate la dura realtà: avete perso il treno eugenetico di quelli belli e intelligenti, e - se non lo aveste ancora capito - siete giustamente destinati all'estinzione, perché siete brutti e stupidi.

a cura di Maurizio Brasini, psicoterapeuta

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2016