Excite

Noemi Letizia e il padre conoscono Berlusconi grazie a me

Sostiene di essere stato lui a presentare Elio Letizia, il padre di Noemi, a Berlusconi e a Craxi: lui è Arcangelo Martino, ex-assessore socialista, che ha rilasciato un'intervista al Corriere della Sera per raccontare la sua versione dei fatti.

Guarda le foto di Noemi Letizia e Silvio Berlusconi

"Fui io a presentare Elio Letizia a Silvio Berlusconi", dice Martino che poi spiega nei dettagli i motivi e i luoghi dell'incontro: "fra l'87 e il '93 sono stato grande amico di Bettino Craxi. Ero il coordinatore regionale del partito e lo vedevo almeno una volta alla settimana. Tutti i mercoledì andavo a trovarlo a Roma all'Hotel Raphaël, una consuetudine. Mi accompagnava sempre qualcuno dello staff della mia segreteria e quel qualcuno è stato quasi sempre Elio Letizia. Ovviamente...".

Martino sostiene che agli incontri con Craxi spesso era presente anche Berlusconi ed è per questo che è nata l'amicizia con Elio Letizia ma aggiunge anche di non sapere "perché Letizia non la racconta questa storia. Io sono almeno quattro o cinque anni che non lo vedo e non lo sento più".

Arrestato ai tempi di Tangentopoli e "poi prosciolto con formula piena", Martino viene però smentito da Bobo Craxi che si dice "infastidito" per tutta questa storia.

"Non ci tengo a conoscere i dettagli e non mi importa risolvere l'enigma, trovo questa vicenda un po' allucinante. Mi secca però che si mettano in giro notizie inesatte", sostiene Bobo Craxi su Repubblica.

Che poi smentisce le parole riferite dall'ex assessore Martino: "leggo che c'è un ex assessore napoletano del Psi, Arcangelo Martino, che ricorda di aver presentato il signor Letizia, il padre di questa signorina Noemi, a Berlusconi e a mio padre. Ora, io escludo categoricamente che il signor Letizia fosse un habitué dell'hotel Raphael. Lo stesso ex assessore Martino erroneamente si definisce ex segretario regionale, perché non ha mai ricoperto questo ruolo a Napoli, come potranno confermare tutti gli ex dirigenti del partito campano. Lui stesso, Martino, credo che sì e no sia passato qualche volta a salutare mio padre al Raphael".

Giulio Di Donato del Psi riferisce la stessa versione dei fatti di Bobo Craxi: "a questo punto, sarei senza parole. Si rischia di andare nel ridicolo, non so. A parte che ognuno si presenta un giorno e dice: "Ah sì, io mi ricordo come sono diventati amici, quei due". Ecco, fatemi dire solo che questo signore Letizia, nel panorama napoletano e campano dei socialisti, a tutta mia memoria, non esisteva. Non è mai esistito fino a quindici giorni fa".

Infine interviene sul caso anche Stefano Caldoro, sempre del Psi: "proprio nei primi Novanta, abitavo al Raphael tutte le volte che mi fermavo a Roma. Si scherzava sulla intraprendenza di Martino, che noi chiamavamo "scugnizzo", ma escludo categoricamente di aver mai visto e sentito che questo Letizia venisse presentato a Craxi. Perché mai l'avrebbero dovuto presentare? Non era un dirigente, non era un esponente del sociale, non era un militante attivamente impegnato. Altrimenti, me lo sarei ricordato".

Eppure sembrava una matassa sbrogliata e invece non sono assolutamente da escludere nuovi colpi di scena...

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017