Excite

Nicole Kidman: ‘I registi italiani non mi chiamano’

In questi giorni Nicole Kidman sta promuovendo il suo ultimo film ‘Rabbit Hole’, storia di una coppia di coniugi che si trova ad affrontare la tragica perdita del figlio di quattro anni. La Kidman non è soltanto interprete della pellicola in questione: l’ha anche prodotta. E adesso è candidata come migliore attrice al Golden Globe, mentre aumentano le probabilità che conquisti pure una nomination all’Oscar.

Guarda le foto di Nicole Kidman con la figlia Sunday Rose

Insomma, la sua notorietà cresce di anno in anno. Eppure, il cinema italiano mostra indifferenza nei suoi confronti. Un’indifferenza che la fa soffrire: ‘Ho molti amici – ha spiegato Nicole durante un’intervista a Repubblica - Italia, soprattutto nel mondo del cinema. Ammetto che mi lusingherebbe molto se qualche bravo regista italiano mi chiamasse per girare un film in Italia’.

Poi la Kidman chiarisce ulteriormente il concetto: ‘Ho visto ‘Io sono l’amore’ di Luca Guadagnino, con Tilda Swinton: come l’ho invidiata! Avrei adorato recitare quel ruolo, senza togliere niente a Tilda, che è bravissima. Ma finora nessuno mi ha offerto nulla in Italia. Peccato’.

Ma perché un’attrice del suo calibro non ‘alletta’ i registi nostrani? Forse perché ha un’immagine troppo algida? O perché i vari ritocchini le hanno fatto perdere autenticità e varietà di espressioni? Chissà…

 (foto © LaPresse)

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017