Excite

Mika, fidanzato da sette anni, vorrebbe sposare il compagno e avere almeno quattro figli

  • Sky

di Silvia Tozzi

Mika è il nuovo giudice di X-Factor Italia e, come è noto, ha rubato il cuore a tutti gli italiani, compresa Selvaggia Lucarelli che, nei giorni scorsi, gli ha indirizzato una vera e propria ode. Su Vanity Fair in edicola domani, il cantante inglese rilascia una lunga intervista in cui parla della sua omosessualità e dei diritti dei gay, in particolare delle unioni civili.

Mika testimonial degli occhiali Lozza

"Il matrimonio in chiesa, no. Ma un sacco di bambini, sì". Magari con il compagno - con cui sta da sette anni - a cui ha dedicato tante canzoni d'amore. Sia chiaro, Mika - che ha fatto coming out solo lo scorso anno e che ha suonato alla manifestazione di Parigi per i matrimoni gay - dice no al matrimonio in chiesa, non al matrimonio civile. In passato, aveva già spiegato: "Voglio gli stessi diritti di una coppia sposata. Voglio prendermi un impegno e affrontare le conseguenze del rompere quell'impegno. Penso sia giusto che io abbia dei figli? Sì, al mille per cento. Penso di essere in grado di dare a un figlio amore e una buona educazione, un ambiente accogliente e libero? Sì, al mille per cento. Non ho alcun dubbio. E chi dice che ho torto non sa cosa dice, è un povero sciocco".

Mika: le foto della popstar inglese tratte da "The Origin of Love"

"Se mi proietto nel futuro mi vedo con un sacco di bambini. Il numero giusto è quattro o cinque, vengo da una famiglia numerosa e vorrei crearne una simile. In realtà non escludo di sposarmi, un giorno. Il punto è che un impegno l'ho già preso, sto con il mio compagno da sette anni". Compagno cui dedica buona parte dei suoi pezzi, con buona pace di chi non si accorge che si tratta di canzoni gay. "È un mio marchio di fabbrica, e credo che finirò all’Inferno per questo. Intanto, però, nessuno se se accorge al punto che i miei album in Cina non vengono mai censurati. Non ha idea di quanti dei miei testi nascondano questo mio aspetto, come il testo di Toy Boy, dal secondo album. In pochi hanno capito che parla di un ragazzo gay i cui genitori non accettano la sua omosessualità e cercano di cancellarla anche con violenze fisiche e psicologiche. Invece di raccontare la storia dal punto di vista del ragazzo, ho deciso di raccontarla dal punto di vista di un bambolotto. E così quasi tutti pensano che si tratti di una canzone allegra".

Mika in "We are golden"

"Essere gay non è reato" ha detto, lui che ci ha messo così tanto a dire di esserlo, e che - quando lo fece - fu accusato di fini strumentali. "Chi insinua che sia stata un'operazione di marketing dice una str**ata. La verità è che ho aspettato tanto tempo perché non ero pronto. L'ho fatto quando mi sono sentito felice. E poi, dovevo sistemare tante cose, prima. Dovevo parlarne con la mia famiglia e con la famiglia del mio compagno. Non era una cosa che riguardava solo me". Ma quanto è gay Mika? "Se la teoria di Kinsey è valida, cioè se davvero esiste una scala degli orientamenti sessuali che va da zero a 6, dove 0 indica un eterosessuale al cento per cento e 6 un omosessuale convinto, chi può dire dove mi trovo io in questa scala?".

Le foto di Mika

Solo per l'Italia Mika lancerà nei prossimi giorni Songs Book Vol. 1 - I più grandi successi, un best of della sua carriera. Dice di star berne in Italia (e parla l'italiano meglio di tanti di noi): "In Italia mi sento felice, ma mettere radici per me è un'idea surreale. A un certo punto i muri non ti appartengono più, mentre le canzoni che scrivi saranno per sempre tue". Ad X- Factor è il giudice più carismatico, e con la squadra più forte: "Forse mi hanno assegnato le giovani perché sanno che avrei fatto meno danni di Morgan. Per le ragazze sono molto meno pericoloso di lui, non crede?". Ah- ah! Ma le frecciatine non finiscono. Dato che, in passato, aveva parlato di X-Factor come di un programma crudele, suggerendo perfino l'idea di un X-Factor Rehab per aiutare gli ex concorrenti a disintossicarsi, aggiunge, dopo aver lavorato con Elio, Morgan e Ventura: "Se è per questo, anche qualcuno tra noi giudici ne avrebbe bisogno". Indovinate di chi sta parlando.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017