Excite

Michelle Hunziker: "In Italia c'è la legge, ma non c'è giustizia"

"I miei tre stalker? Sono tutti a piede libero. Per forza, in Italia c'è la legge, ma non c'è giustizia, perché per via di lungaggini e scappatoie burocratiche la pena non viene scontata". A denunciarlo è la showgirl Michelle Hunziker nel corso di un'intervista al settimanale Chi.

La Hunziker (foto), che con l'avvocato Giulia Bongiorno ha dato vita alla "Fondazione Doppia Difesa" per aiutare chi è vittima di abusi, ha raccontato le violenze e molestie subite e il fatto che i suoi molestatori, nonostante le denunce, siano ancora liberi.

"In tutto i miei stalker sono tre - ha spiegato la showgirl - il primo, quello che mi molestava da tre anni, l'abbiamo tra virgolette sistemato: è stato processato e ha preso tre, quattro mesi di carcere, è scappato e mi manda comunque lettere da Londra o dalla Germania. Il secondo è stato anche lui processato, poi l'abbiamo fatto contattare dalla fondazione e gli abbiamo chiesto se voleva esser seguito dai nostri psicologi, ma ha detto di no. E poi c'è quello delle minacce di morte, che del fatto di essere stato rinviato in giudizio non gliene frega niente. E due giorni fa mi ha mandato l'ennesima lettera minatoria".

Una realtà difficile contro la quale la Hunziker ha deciso di combattere per sé stessa, per tutte le donne e le persone vittime di abusi e sopraffazioni.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017