Excite

Ruby Rubacuori, la Curia di Genova dice no alle nozze lampo

La giovane marocchina Karima El Mahroug, meglio nota come Ruby Rubacuori, non può sposarsi. O meglio, non può farlo senza rispettare tutte le regole e i passaggi previsti dalla Chiesa. Dopo il coinvolgimento nello scandalo dei festini di Arcore, nuova tegola sulla testa della ragazza che da tempo ormai aveva annunciato il suo matrimonio con il genovese Luca Risso.

Tutte le notizie sul caso Ruby

Ecco dunque che dopo un primo caso Ruby che ha coinvolto il mondo della politica, sembra aprirsi un secondo caso Ruby che questa volta, però, interessa la Chiesa. Alcune indiscrezioni avevano parlato di pressioni da parte della coppia per accelerare e semplificare le pratiche del matrimonio. Pressioni che, pare, non sono affatto piaciute alla Curia di Genova. Così, come fatto sapere dal quotidiano Il Secolo XIX, nei giorni scorsi la Curia del capoluogo ligure ha inviato una mail ai parroci per richiamarli al rispetto delle regole previste per le unioni in Chiesa. In poche parole, se vuole davvero convolare a giuste nozze la giovane marocchina dovrà rispettare i tempi della Chiesa.

A Il Secolo XIX don Fully Doragrossa, parroco di Premanico e San Desiderio, ha detto: 'La Curia aveva scritto a tutti noi parroci invitando a uan sorta di attenzione sul caso Ruby e ad accogliere le domande di matrimonio solo se i fidanzati seguono il percorso di rito: corsi prematrimoniali, sacramenti. E ovviamente la presentazione dei documenti necessari'.

Se Ruby, dunque, vorrà sposare il suo Luca dovrà rispettare tutti i passaggi previsti dalla Chiesa. Nessuna corsia preferenziale, tanto meno per una protagonista dei bunga bunga di Arcore.

 (foto © LaPresse)

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017