Excite

Mario Balotelli sulla biografia "A cresta alta": "Sono cavolate, nessuno mi ha interpellato"

  • Mario Balotelli Official

Mercoledì 24 aprile è uscito il libro Balotelli. A cresta alta, la biografia di Mario Balotelli scritta da Raffaele Panizza e Gabriele Parpiglia, edita da Roberto Maggi Editore. Il libro annuncia di “raccontare la vera storia del campione” del Milan ed ha una prefazione di Totò Di Natale. Buona parte del volume parla della relazione del campione con Raffaella Fico e dei motivi della rottura tra i due.

Da recenti affermazioni fatte da Balotelli, si scopre che la biografia non era autorizzata. “È uscito un libro su di me. Mi sembra si chiami A cresta alta: non so come si faccia a scrivere un libro senza interpellarne il protagonista, ci sono scritte una marea di c**te”, ha infatti spiegato il bomber del Milan ai microfoni di Mediaset Premium.

GUARDA I MOMENTI FELICI TRA BALO E FANNY NEGUESHA

L'autore, Gabriele Parpiglia, non l'ha presa bene e ha scritto un post sul suo blog dal titolo Balo sorridi con Pio & Amedeo. Dapprima lo ha ringraziato, perché, dalla dichiarazione fatta da Balotelli, ha dedotto che il calciatore il libro lo ha letto. Poi aggiunge che Balotelli "ha detto una bugia perché sapeva perfettamente dell'uscita del libro che gli è stato consegnato prima che venisse mandato in stampa tramite una terza persona, al fine di capire se ci fossero inesattezze. Mi è stato chiesto solo di modificare il titolo. La biografia può essere autorizzata o non autorizzata ma pur sempre è una biografia. Nel libro ne esce alla grande ed io sono un tifoso e un sostenitore di Balotelli, che ho sempre detto sarebbe andato lontano". Parpiglia invita poi il calciatore bresciano ad ascoltare il coro di Pio D'Antini e Amedeo Grieco, ispirato al libro. E chiude: "Se ci dovessero essere delle inesattezze e (dubito fortemente) sono pronto a incontrarti quando, dove, come vuoi. A un patto però: il conto lo paghi tu".

Balotelli non ha ancora risposto, ma pare evidente che per lui è giunto il momento di chiudere con le interferenze con la sua vita privata. Gli ultimi tre anni, trascorsi perennemente sotto i riflettori, sono stati sufficienti. Non vuole che si parli di lui per cose che nulla hanno a che fare con il calcio, e che a volte non sono neanche mai accadute.

GUARDA LE DONNE DI MARIO

Balotelli sembra molto maturato ed equilibrato rispetto a quando era in Gran Bretagna. Nei giorni scorsi ha dato la sua disponibilità al ministro per l’integrazione Cecile Kyenge a rivestire il ruolo di testimonial di una campagna a favore dello ius soli, ovvero il diritto di acquisizione automatica della cittadinanza italiana ai nati in Italia da genitori immigrati e vissuti qui sino ai 18 anni. “Sono sempre disponibile a ogni iniziativa o proposta che provenga dalle Istituzioni, tesa alla lotta al razzismo e alle discriminazione”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017