Excite

Marco Mazzanti e Lea Veggetti arrestati

  • Foto:
  • Facebook

Ricordate Marco Mazzanti, il tizio col capello liscio che partecipò al ‘Grande Fratello 9’ e prese una sbandata per Vanessa Ravizza, che però gli preferì – saggiamente – il sexy ormeggiatore Alberto Scrivano? Bene, Mazzanti è stato arrestato insieme alla sua ex (che poi tanto ‘ex’ non sembra…) Lea Veggetti per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiali. I due sono anche indagati per ingiurie a sfondo razzista.

Le foto di Marco Mazzanti e Lea Veggetti

Ma vediamo i fatti. Mazzanti alloggiava in una camera dell’hotel ‘Due Giardini’ a Milano. Giovedì mattina, intorno alle 4, è rientrato – dopo una notte movimentata – con la Veggetti e pretendeva di farla salire in camera senza lasciare un documento alla reception come vuole la prassi. I due, chiaramente alterati dall’alcol, hanno dunque cominciato a urlare contro il portiere di notte, un cinquantenne di origine filippina. La Veggetti, da gran signora qual è, ha indirizzato all’uomo una serie di epiteti razzisti. Svegliata dal caos, un’altra ospite italiana di 34 anni è scesa nella hall per chiedere un po’ di pace. Non l’avesse mai fatto: sia Mazzanti che la Veggetti le hanno inveito contro, definendola ‘sfigata’, ‘acida’, insultandola anche più pesantemente. Dopo questa performance, gli ‘sfigati’ sembrano loro, piuttosto. Proprio tristissimi.

Ma andiamo avanti: a un certo punto, il galante Mazzanti ha afferrato per il braccio la malcapitata e l’ha costretta a tornare nella sua camera. Nel frattempo, però, il portiere aveva chiamato la polizia. Di lì a poco, dunque, sono arrivate due volanti. La coppietta ha preso a parolacce anche gli agenti: ‘Voi state dando ragione a questo extracomunitario di m...., tenetevi questa Italia di m..., con tutti questi extracomunitari di m...’. La Veggetti, fuori di sé (perché vogliamo sperare sia stata tutta colpa dell’alcol e che, in condizioni di lucidità, non avrebbe mai agito così), ha schiaffeggiato uno di loro e morso un altro al braccio. Quattro poliziotti, poi, hanno immobilizzato Marco. Poi Lea ha pronunciato la fatidica minaccia: ‘Io sono una famosa giornalista e domani questa storia finirà su tutti i giornali, vedrete’.

Guarda le foto della 4enne Lea Veggetti

Infine, i due sono stati accompagnati in Questura e lì trattenuti in ordine ai reati di lesioni aggravate e resistenza per pubblico ufficiali, ma ci saranno conseguenze anche per le ingiurie a sfondo razzista. Aveva ragione Lea, la storia è uscita su tutti i giornali. Ma non come avrebbe voluto lei. La famosa giornalista.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017