Excite

Marco Baldini a Domenica In: "Restituirò i soldi a Giancarlo Magalli". Fiorello lo avrà aiutato?

  • Rai

di Laura Abbate

Marco Baldini racconta la sua verità nel salotto di Paola Perego. Ospite ieri a Domenica In, l'ex spalla di Fiorello ha spiegato quali sono stati i motivi che lo hanno indotto a lasciare la trasmissione radiofonica FuoriProgramma e soprattutto ha svelato i segreti relativi alla sua condizione economica attuale. Come noto infatti Baldini ha avuto in passato problemi di dipendenza dal gico. "Non sono ricaduto nel gioco d'azzardo. Questa volta il gioco non c'entra" ha detto. Non è quindi una questione di malattia, né tanto meno la sua condizione precaria avrebbe messo a repentaglio la credibilità del programma. Prosegue Baldini: "Mi sveglio tutte le mattine alle 5 e fino alle 7 mi smebra di fare una vita normale perché il telefono non squilla e non ho l'assillo di nessuno". I creditori infatti si fanno sentire chiedendogli indietro quanto gli hanno prestato. Ancora: "Non ci sono ricascato,. ma questa è una crisi che non si è mai risanata. Non sono una vittima, non rischio la vita, è una questione di dignità". Ciò che gli interessa insomma è far ripartire se stesso. Azzerare quasi tutto, saldare i debiti e ricominciare.

Marco Baldini lascia FuoriProgramma: ecco perché

"Ho letto 4 milioni di euro, per carità, è molto, molto meno" precisa a proposito delle cifre che si sono lette in giro negli ultimi giorni. Di fronte a Paola Perego poi ringrazia chi è stato generoso con lui, chi gli ha messo a disposizione i propri soldi. Da Giancarlo Magalli, a Linus e Gianfranco Monti. A Magalli assicura in diretta: "Ti prometto che te li restituirò". Ma se il problema sono i soldi, perché ha scelto di lavorare meno lasciando l'amico Rosario da solo? "Perché non riuscivo più a far bene il mio lavoro e poi l'atmosfera era talmente calda che qualcuno poteva anche venire a fare una piazzata. Ho preferito fare uno stop, meglio non mettere a rischio le persone che lavorano con me". Per Fiorello solo tante parole di affetto e stima, non ha da fargli alcuna recriminazione: "Nessuno mi ha detto vattene. E' stato uno scrupolo mio. Fiore ha fatto di tutto per convincermi a rimanere".

Per quanto riguarda l'altro programma in radio quello non lo ha mollato ma solo perché si sente più sicuro in quel luogo. Infatti, a tal proposito precisa: "Lì è un bunker, ci sono le telecamere, non viene nessuno. La gente i guai non li vuole e non li voglio portare nel luogo di lavoro". Non ha paura per sé, ma per le persone che gli vogliono bene e poi ha una piaga nel cuore quella di non riuscire a ripagare la fiducia che tanti amici gli hanno concesso. Infine, lancia un appello: "Spero di trovare un lavoro qualsiasi, voglio solo un'oppotunità. So fare un milione di mestieri. Se qualcuno pensa che io possa essere utile alla sua attività, io sono disponibile".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017