Excite

Laura Pausini choc: "La gravidanza era a rischio, avrei potuto perdere mia figlia Paola"

  • Facebook Official

di Margherita Gamba

Ora stringe tra le braccia la sua piccola Paola, nata lo scorso febbraio. Ma Laura Pausini, che ha fortemente voluto questa figlia, aveva ormai perso le speranze di rimanere incinta: "È stata una grande sorpresa per me. Sinceramente non pensavo più di poterci riuscire senza aiuti. Da anni non usavo precauzioni, e non era successo niente", ha raccontato la cantante sulle pagine di Vanity Fair.

Laura Pausini in concerto a Torino, foto

Laura Pausini all'aeroporto di Buenos Aires, foto

Per non parlare di ulteriori problemi di salute che aveva scoperto di avere Laura e pensava di "doversi operare. Avevo programmato di farlo una volta completati gli impegni, invece Paola mi ha anticipato, si è attaccata all'unico punto possibile. Una specie di miracolo. E mi sono accorta proprio sul palco, a Perugia, 
che stava succedendo qualcosa. L'ho capito dal respiro. Sentivo il bisogno di riprendere il fiato tra una canzone e l’altra. Ma chi pensava di essere incinta, dopo tanto tempo? Quando ho fatto il test, mi è venuto un colpo. Ho avuto paura". Mancavano ancora molte tappe dell'Inedito tour e, considerando la "mia situazione, sapevo che avrei dovuto stare a riposo. Ma c’erano ancora parecchie date, e tutte sold out. Fermarmi era impensabile. Ne avrebbe risentito il lavoro di troppe persone, e il benessere di troppe famiglie. Non volevo dire di essere incinta, perché la mia era una gravidanza a rischio".
 Tutto, però, si è concluso nel migliore dei modi, con un parto cesareo e "io, che ho da sempre paura del dolore, francamente ero sollevata. Ho partorito in una struttura pubblica, l’Ospedale Maggiore di Bologna, dove sono nati i miei nipoti, e dove lavorano i miei ginecologi. Paola è uscita mentre Janet Jackson cantava Again". In effetti, quasi nessuno lo sa, ma in sala parto è possibile ascoltare musica.

"Avevo preparato una playlist, una dozzina di canzoni scelte tra quelle che mi piacerebbe fossero le preferite della bambina. Avrei voluto che nascesse durante la mia Celeste. Ma già al primo brano, Again appunto, l’ho sentita piangere". Una gioia immensa per l'artista e il compagno, il chitarrista Paolo Carta. Così, per celebrare questo miracolo, hanno scelto il nome della neonata dalla crasi tra Paolo, appunto, e Laura. In lizza c’erano anche Alice, Francesca, Silvia, Giulia. "Avevamo deciso di scegliere dopo aver visto la bambina. Solo che io, nello stordimento dei primi minuti, quel momento l’ho rimosso. Ho saputo dai miei familiari che l’avevamo chiamata Paola, dopo che il mio staff l’aveva già annunciato al mondo intero".

 E ora la famigliola sta crescendo assieme, unita: "Paola vive in simbiosi con me. Non ho una tata, ma mia madre e Paolo mi aiutano tanto. Ogni decisione mi gettava nel panico. Oggi mi sento una donna più determinata, cresciuta".

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017