Excite

La vendetta di Gabriella Buontempo

  • LaPresse

Ho due bambine, e non posso permettere che pensino che questo è il modello femminile di riferimento’: sembrava che Gabriella Buontempo avesse deciso di mostrarsi indifferente dinanzi alle vicende private del suo ex marito Italo Bocchino. Nel corso di quest’estate, lui è diventato un vero personaggio da gossip: s’è fatto beccare prima con una donna misteriosa, poi con un’altra, poi persino con Sabina Began (ed è finita malissimo), insomma perennemente a caccia di belle signorine. Gabriella, dicevamo, non si era fatta sentire in alcun modo. Ma intanto, evidentemente, covava rabbia. Una rabbia che ha improvvisamente trovato sfogo dalle pagine del ‘Corriere della Sera’, si è rivolta contro la condotta in generale di Bocchino ma ha avuto un obiettivo principale ben preciso: Mara Carfagna. Ergo, la presunta ex amante di Bocchino.

La Buontempo ammette che, quando ha scoperto la loro relazione clandestina, è stata assalita da un dolore lancinante: ‘Quante bugie mi diceva. Ma il problema non è lei. Il problema è lui’. E poi riduce la Carfagna a brandelli (metaforicamente parlando): ‘…Perché lei, poverina, è quello che è. Infatti dal 15 marzo è scomparsa. Non sa che dire: le scriveva tutto Italo. Non sa parlare in italiano. Usare soggetto, verbo e predicato’.

Gabriella si abbandona, sia pur con classe, a un furia cieca repressa per troppo tempo: ‘Italo la usava come un giocattolo. Me lo diceva lui: guarda cosa le faccio dire. Mi ha mandato decine di lettere in cui mi dichiarava che per lui, lei non contava nulla. Ci siamo scontrati tutti i giorni, per tre anni. Ho resistito. Ma poi quando alle Regionali lui le ha portato tutti quei voti, e lei ha dichiarato di essere un soggetto politico, beh, l’ho trovato mostruoso, proprio come donna. Mi sono incazzata, pur non essendo mai stata femminista’.

Ha scelto di parlare attraverso i media, e in questo ricorda Veronica Lario con la sua ‘denuncia’ pubblica nei confronti di Silvio Berlusconi: ‘Sì, mi sento molto vicina alla sua situazione. Perché la sbandata per una migliore di te la accetti. Però se vieni tradita con una che, per stessa ammissione di tuo marito, è una nullità, beh, è dura. Si può tradire con rispetto. Invece lui mi ha messo in bocca a tutti’. E questa banale figura della moglie cornuta, evidentemente, non vuole farla. Adesso cosa succederà? Come risponderà il nostro ministro per le Pari Opportunità, cioè la Carfagna? E cosa dirà lo scaltro (?) Italo?

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017