Excite

La madre di Brenda a Porta a Porta mentre China veniva arrestata

Ospite di Porta a Porta, la madre del transessuale Brenda ha confermato le indiscrezioni degli ultimi giorni e raccontato di come vedeva il figlio, di come è cresciuto e dei motivi per i quali non crede si sia trattato di suicidio.

Guarda le foto di Brenda

"L'unica cosa che so è che mio figlio non si sarebbe mai suicidato", ha affermato la signora Aseneta Mendes Paes che ha continuato: "è cresciuto in una famiglia evangelica e da sempre aveva la convinzione che un giorno avrebbe chiesto perdono per quello che ha fatto. Era allegro, voleva vivere e amava la vita: non so cosa sia successo ma voglio che la giustizia lo scopra".

La donna ha anche chiesto al sindaco di Roma Gianni Alemanno che la città si occupi "delle spese per il rimpatrio della salma di Brenda; un gesto simbolico da parte di Roma, città di cui Del era cittadino".

Durante Porta a Porta sono stati inoltre svelati i risultati dell'autopsia secondo cui Brenda era ubriaca ma non era drogata ed è morta per aver respirato ossido di carbonio per alcuni minuti; nel suo corpo sono state trovate tracce di un sonnifero ma non in quantità tale da portare alla morte.

Intanto, anche se con la storia della morte di Brenda c'entra poco, il transessuale China, diventato famoso per le sue ospitate, è stato arrestato per non aver lasciato territorio nazionale entro il 25 novembre come invece richiesto dalla Questura di Roma.

Stamattina il transessuale è stato giudicato con rito direttissimo e il giudice ha deciso che dovrà lasciare l'Italia entro 5 giorni a partire da oggi; i suoi avvocati hanno chiesto per lei il non rimpatrio adducendo come motivazione le sue rivelazioni sulla vita e sulla morte di Brenda.

foto ©La Stampa

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017