Excite

Inchiesta di Bari, parla Licia Nunez

Dura la reazione dell'attrice trentunenne Licia Nunez il cui nome è stato associato, nell'ambito dell'inchiesta di Bari, a quello di alcune escort reclutate da Gianpaolo Tarantini per le feste del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.

Guarda alcune immagini di Licia Nunez

Al quotidiano Il Corriere della Sera Licia Nunez, al secolo Lucia Del Curatolo, ha detto: "Non sono una escort, non ho mai preso soldi, non ho mai ricevuto regali, non faccio parte dell'entourage di nessuno. Mia mamma appena ha letto tutto questo fango è scoppiata in lacrime! Ha 64 anni ed è un'insegnante di Lettere in pensione. Ho una nipotina di 7 anni, ho dovuto chiedere a mio fratello di nascondere i giornali. È gravissimo, temo davvero per la mia carriera".

L'attrice ha ammesso di conoscere Tarantini a cui è stata presentata nel settembre del 2008 a Palazzo Grazioli dove Lucia si era recata per un colloquio privato con il premier. La Nunez ha poi spiegato come ha conosciuto il Cavaliere. "Tra noi è nato un bellissimo rapporto nel 2007, in autunno - ha spiegato l'attrice - lo conobbi a Roma a una festa, lui non era ancora premier. Io ero la protagonista di 'Vivere', ero orgogliosa di dirgli che lavoravo per Mediaset. Fu molto gentile".

Sono stati sei o sette gli incontri tra il premier e la donna. "Lo incontrai di nuovo a marzo, in un'altra occasione mondana - ha raccontato l'attrice - presi coraggio e mi permisi di dargli il mio numero di cellulare. Incredibilmente lui mi fece chiamare dopo le elezioni e mi invitò a Palazzo Grazioli ai festeggiamenti per la vittoria. Quel giorno fu lui a darmi il suo numero di telefonino. L'ho usato poche volte: per augurargli buone vacanze, per incoraggiarlo se ha problemi di salute. Dopo il G8 per fargli i complimenti e anche per manifestargli solidarietà sul caso delle escort".

La Nunez ha poi risposto alle accuse secondo le quali sarebbe andata nella beauty farm di Marc Mességué, nel novembre del 2009, con Tarantini, Barbara Guerra e Graziana Capone, tutti nella stessa auto. "Falso - ha detto l'attrice al quotidiano - in Umbria ci andai, ma da sola, e non è reato. Il premier, gentilissimo, mi mise a disposizione un'auto con un suo autista, perché io ho la patente, ma non guido. L'avevo cercato per chiedergli dei consigli e per sapere come stava. Lui mi propose di raggiungerlo a Todi".

Guarda alcune immagini di Barbara Guerra

Lì, a Todi, la donna ha incontrato anche Tarantini con il quale ha scherzato e ha scambiato il numero di cellulare. "Tarantini mi chiamò solo una volta, ad aprile - ha detto l'attrice - mi invitava alla sua festa di compleanno, a Casina Valadier a Roma. Non andai".

La Nunez ha poi sottolineato di non aver mai riucevuto soldi o regali dal premier o da persone a lui vicine e ha detto: "Il mio giudizio su di lui non è cambiato di una virgola: è un uomo vincente, geniale".

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017