Excite

Inchiesta di Bari, è la volta di Terry

Nell'ambito dell'inchiesta in corso a Bari è spuntata un'altra donna che ha ammesso di aver partecipato alle feste organizzate dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Si chiama Maria Teresa De Nicolò, "Terry", ha 37 anni, è nata e vive a Bari. La donna, a quanto pare, è stata invitata alle feste e retribuita con mille euro dall'imprenditore Gianpaolo Tarantini.

Al quotidiano La Repubblica la donna, accompagnata dal suo avvocato, ha voluto rilasciare qualche dichiarazione. Terry ha detto di aver conosciuto Tarantini alcuni anni fa a una festa nella sua villa di Giovinazzo, alle porte di Bari, "feste molto tranquille".

La donna ha poi raccontato di non essere mai stata a Villa Certosa, ma di aver conosciuto il premier una sera del settembre 2008 a Palazzo Grazioli. Al quotidiano la De Nicolò ha raccontato: "Gianpaolo non mi dice subito che dobbiamo andare dal presidente del Consiglio. Mi chiede di raggiungerlo a Roma - naturalmente, a sue spese - per partecipare a una festa. Prenota, per me, una stanza in un albergo di via Margutta. Gianpaolo è al de Russie, a piazza del Popolo. Sistemo il mio bagaglio e lo raggiungo. Soltanto allora, lì al de Russie, mi dice che dobbiamo andare a casa del 'presidente'. Io chiedo: 'Quale presidente?'. Non avevo mica capito che si trattasse di Berlusconi. E, quando Gianpaolo me lo dice, confesso di sentirmi molto gratificata e anche un po' incuriosita".

Terry ha spiegato che quella sera erano una ventina, "in un rapporto di un uomo ogni quattro ragazze", agli ospiti sono stati offerti champagne e tartine mentre attendevano l'arrivo di Berlusconi". La donna ha poi parlato del suo abbigliamento e ha spiegato che era vestita con "quello che, ho scoperto dalla lettura delle cronache di questi giorni, è una sorta di abitino di ordinanza. Gianpaolo mi aveva detto di indossare un vestito nero con un trucco leggero e io avevo scelto un vestito nero di Prada, scollato. Direi che vestivo con una eleganza frivola e seducente".

La De Nicolò ha poi raccontato al quotidiano dell'arrivo del presidente del Consiglio e ha detto che era allegro e sorridente. La donna ha detto che tra gli ospiti c'erano anche "personaggi molto noti all'opinione pubblica e ai telespettatori italiani". Tra gli argomenti di conversazione anche temi politici. "E' il settembre del 2008 - ha detto la donna - e sulle prime pagine dei giornali domina la crisi dell'Alitalia. Se ne parlò e io, che ammetto di essere forse un po' invadente, intervengo e mi mostro preoccupata per il destino della nostra compagnia di bandiera. Berlusconi mi chiede: 'Sei un'azionista di Alitalia?. 'No', rispondo con una battuta: 'Ho soltanto un mare di Millemiglia che non vorrei perdere'".

Terry ha poi raccontato che dopo la cena è arrivato Apicella "con le solite canzoni napoletane. Su tutte ricordo Champagne di Peppino Di Capri. E addirittura, dopo averla richiesta, la canto anch'io, con sprezzo del pericolo. Il presidente mi rimprovera e mi prega di smettere. Non so dargli torto. Sono troppo stonata! Ma in quello che voi chiamate il secondo tempo, più che Apicella, l'attrazione, quella sera, è una cantante dalla voce splendida. Non italiana, e purtroppo non ne ricordo il nome. Era così brava che ero sicura di rivederla, prima o poi, in televisione. Chi lo sa come mai è stata trascurata, nonostante la sua bravura. Il canto è soltanto una parte del 'dopo cena'. Poi c'è la parentesi delle barzellette e del ballo".

La donna ha spiegato che il premier si è mostrato fin da subito alla mano, "un ottimo padrone di casa", ha poi detto di aver ricevuto mille euro, ma a titolo di rimborso spese, da Tarantini e da Berlusconi, invece, due statuine e alcuni oggetti di bigiotteria. Terry non ha voluto parlare del cosiddetto terzo tempo delle feste organizzate dal premier, ossia il momento in cui pare l'atmosfera cambi e ci siano incontri di tipo sessuale, però ha detto di aver fatto le quattro di notte quel giorno.

La donna ha detto di essere stata solo quella volta a Palazzo Grazioli e ha aggiunto: "Mi sono divertita, sarei tornata volentieri. A chi non piacerebbe partecipare alle feste del capo del governo? Ma ci deve essere qualcosa di me che non è piaciuto a Silvio". La De Nicolò ha poi affermato di non aver visto girare cocaina quella sera e di non farne uso.

Nel corso dell'intervista la donna ha poi detto di aver conosciuto, sempre tramite Tarantini, l'ex vice presidente della giunta regionale pugliese, Sandro Frisullo, politico del Pd, ma non ha voluto rispondere alle domande relative ad eventuali incontri di tipo più intimo.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017