Excite

Guido Bertolaso, la sua verità a 'Porta a Porta'

'Io non ho mai avuto rapporti sessuali al Salaria Sport Village di Roma e tutte le gare bandite dalla Protezione Civile sono state ad evidenza pubblica'. Questo quanto ribadito ieri sera dal capo della Protezione Civile Guido Bertolaso nella trasmissione condotta da Bruno Vespa 'Porta a Porta'.

A proposito dei presunti favori sessuali ricevuti, Bertolaso ha voluto specificare che Francesca, il cui nome è emerso dalle intercettazioni nell'ambito dell'inchiesta della procura di Firenze sugli appalti per il G8 della Maddalena, è una seria massaggiatrice con tanto di diplomi necessari per la sua professione.

Il capo della Protezione Civile ha sottolineato: 'La signora Francesca ha chiarito lei stessa: è una massaggiatrice fisioterapista con una decina di diplomi ed è così chiarito ogni equivoco. Quanto a Monica io avevo chiesto di poter fare un massaggio con Francesca e mi sono ritrovato con quest'altra massaggiatrice. Non indossava alcun bikini ed io l'ho trovata nel tradizionale camice bianco. Lei stessa ha poi spiegato che non è successo nulla'.

Bertolaso ha poi aggiunto: 'Io sono rigoroso e severo. Ad alcuni imprenditori do del tu ma quando lavoro con i soldi degli italiani non scherzo e non guardo in faccia nessuno. Forse alcuni hanno cercato di compiacermi ma non ci sono riusciti. Vorrei aggiungere che io sono costantemente accompagnato da una scorta formata da due ispettori di polizia che non mi abbandonano un solo istante. E da loro certo non mi sarei fatto trovare in situazioni scabrose'.

Per quanto riguarda, invece, le gare bandite dalla Protezione Civile Bertolaso ha spiegato: 'Tutte le gare che sono state bandite dalla Protezione Civile sono gare ad evidenza pubblica secondo le norme previste dalla legge. In talune circostanze per motivi di urgenza vengono solo ridotti i tempi di svolgimento delle gare stesse. Anche all'Aquila, tanto per fare un esempio, abbiamo svolto centinaia di gare a rilevanza europea e in molte situazioni è stato lo stesso prefetto dell'Aquila, Gabrielli, ad aprire le buste davanti al pubblico. Accusarmi di aver violato la legge in materia di appalti è una delle più grandi offese che può essere fatta al mio rigore, alla mia severità e alla mia coerenza'.

Il capo della Protezione Civile ha detto di aver sentito Angelo Balducci, ossia uno dei funzionari pubblici finiti in carcere, l'ultima volta a Natale. 'Sfido chiunque ora a tirare fuori un'intercettazione che dimostri il contrario' ha affermato Bertolaso che ha escluso i presunti incontri fra i due avvenuti a palazzo Chigi sul finire dello scorso mese di gennaio, sottolineando: 'Il 29 ero all'Aquila, il 30 a Firenze a ritirare un premio, il 31 a Pisa ad incontrare gli alluvionati di quella zona. Aggiungo ancora che tra il primo e il 10 febbraio, data degli arresti, mi sono anche concesso un weekend a New York con mia figlia. Davvero non sapevo nulla di questa inchiesta: figuratevi se fossi andato a New York sapendo che stava arrivando un terremoto giudiziario di questa portata'.

Il capo della Protezione Civile ha infine affermato: 'Ancora non so quando sarò interrogato dai magistrati. Gli atti sono stati trasmessi da Firenze a Perugia per il coinvolgimento di un magistrato che però nulla ha a che fare con la mia storia. Avendo residenza nella Capitale ed essendo i fatti rispetto ai quali sono chiamato in causa avvenuti nella Capitale, immagino che la mia posizione possa essere esaminata dalla magistratura di Roma. Ma non è un problema. Non ho esigenza di essere interrogato subito perché non ho da giustificarmi. Quando i magistrati avranno studiato tutte le carte, risponderò a tutti gli addebiti in modo chiaro per risolvere questo enorme, gigantesco equivoco'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022