Excite

Guido Bertolaso: 'La Protezione civile non è una cupola'

Nel corso del programma di approfondimento del Tg La7, 'Reality', il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso ha detto che la Protezione Civile non è una cupola che distribuisce appalti o favori e a proposito delle indiscrezioni emerse nel corso dell'indagine condotta dalla procura di Firenze sulle strutture per il G8 alla Maddalena ha affermato: 'Sono solo calunnie contro chi da otto anni lavora per il bene del paese. La verità è che abbiamo dato fastidio a qualcuno'. Questo 'qualcuno', secondo Bertolaso, sarebbe 'l'opposizione, la stampa e diverse caste'.

Parlando del suo rapporto con l'imprenditore Diego Anemone, il numero uno della Protezione Civile ha detto: 'Ho incontrato l'imprenditore Diego Anemone all'Aquila. E' uno dei tanti imprenditori che conosco. Gli ho detto di venire nella scuola della Guardia di Finanza di Coppito e non in un appartamento o in un residence. Anemone mi ha chiesto: 'Adesso con questa storia del G8 che dalla Maddalena si sposta, che succede?' Gli ho risposto che dovevano andare avanti e rispettare i tempi previsti dall'appalto. In molti mi hanno chiesto appalti per L'Aquila ma ogni appalto è passato per gare ufficiali'.

Bertolaso ha poi aggiunto: 'La commissione è stata spesso presieduta dal prefetto Gabrielli che è uomo al di sopra di ogni sospetto. Ed era lui che materialmente apriva le buste. Che la procura de L'Aquila adesso abbia chiesto le carte a quella di Firenze è un atto dovuto ma vediamo ora cosa emergerà perché i processi sommari si facevano durante il fascismo'.

Nel corso dell'intervista il capo della Protezione Civile ha voluto ribadire e sottolineare di non aver preso soldi dalle persone arrestate e di non aver mai usufruito di prestazioni sessuali da parte di escort.

E mentre l'inchiesta va avanti, Bertolaso continua a svolgere il suo lavoro. Durante il fine settimana è stato a San Fratello, il paese del messinese dove la scorsa settimana si è verificata una frana e a 'Mattino 5' ha detto: 'E' una delle frane più grandi che hanno colpito la Siclia. Lì si sono mossi 50 milioni di metri cubi di terra che lentamente stanno scendendo verso valle, trascinandosi alcuni quartieri'.

Nel corso di una seduta straordinaria del Consiglio comunale, alla quale il capo della Protezione Civile ha partecipato con il presidente siciliano Raffaele Lombardo, si è parlato anche dell'inchiesta della procura di Firenze. Come riportato da Il Corriere della Sera, Bertolaso ha detto: 'Stanno cercando di distruggere la mia credibilità, è sotto gli occhi di tutti. Anche qualche titolo di oggi continua a insinuare una serie di comportamenti che non mi appartengono e che non ho mai avuto. Quindi di cosa si tratta se non di cercare di minare la credibilità di un rappresentante dello Stato? Quando parlo con gli abitanti di San Fratello e di qualsiasi altra parte d'Italia prendo degli impegni e gli italiani mi credono e mi rispettano perché sanno che io poi quegli impegni li mantengo. Nel momento in cui si cerca di gettare fango su una persona, un sistema e un'organizzazione il rischio è che si perda la fiducia. Bisogna essere seri, severi nei giudizi ma imparziali e obiettivi'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022