Excite

Gli avvocati di Asia Argento: Morgan può vedere Anna Lou solo tramite incontri protetti

Dopo la missiva inviata da Morgan a Giorgio Napolitano, in cui il cantante si scaglia contro l’ex compagna Asia Argento perché ha portato la loro figlia Anna Lou all’estero per queste vacanze di Natale (e di conseguenza lui non ha avuto modo di vederla), ecco arrivare la replica dell’attrice.

Guarda le foto di Asia Argento

Una replica non diretta, ma affidata agli avvocati Raffaella Carugno Cuccia e Carlo Srubek Tomassy, che - come riportato da corriere.it - contestano per conto della loro assistita ‘quanto riportato dalla stampa a proposito della missiva da quest’ultimo diretta al Presidente Napolitano, nonché il contenuto di talune sue incredibili affermazioni che pure hanno avuto una larga eco nei media’.

Innanzi tutto, i legali chiariscono che Anna Lou, ‘affidata in via esclusiva ad Asia Argento, ha viaggiato e viaggia all’estero in forza di un passaporto, rilasciatole nel 2007, previa autorizzazione del padre signor Marco Castoldi (cioè Morgan, ndr)’. L’avvocato di Morgan, cioè Giampaolo Cicconi, dice invece che ‘non risulta ci sia stata la richiesta al giudice tutelare per avere il rilascio del passaporto per la piccola, nel senso che noi non abbiamo avuto alcuna notifica in merito. È vero – aggiunge Cicconi - che la nuova legge che applica l’orientamento comunitario prevede il rilascio del passaporto individuale anche per minori, ma serve sempre l’assenso del genitore che ha la potestà, e Morgan la potestà genitoriale ce l'ha ancora’.

Situazione complicatissima, non c’è che dire. Gli avvocati della Argento, inoltre, fanno sapere a tutti che ‘allo stato, sempre contrariamente a quanto risulta essere stato dichiarato dal signor Castoldi, in virtù dei provvedimenti in atto e da ultimo assunti dal Tribunale dei Minori di Roma allo stesso signor Marco Castoldi, sono consentiti con la figlia solo incontri protetti e dunque con modalità ben determinate, che oltretutto il signor Castoldi solo molto parzialmente ha utilizzato’.

Poi, l’affondo: ‘I comportamenti posti in essere dal signor Castoldi costituiscono con tutta evidenza una ennesima gratuita sovraesposizione mediatica delle problematiche giudiziarie che riguardano la figlia minore, con totale incuranza delle gravissime conseguenze che alla stessa ne possono derivare’. Una nuova replica di Morgan non si farà attendere, questo è poco ma sicuro.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018