Excite

George Clooney, niente politica: ‘Troppo sesso e troppe droghe’

George Clooney non è soltanto un sex symbol, non è soltanto un bravo attore, non è soltanto colui che ha cambiato la vita di un’ex Velina sarda. George Clooney è anche un regista e un produttore cinematografico, è un attivista del Partito Democratico statunitense (ha dato una grossa mano nella campagna elettorale dell’attuale presidente Usa Barack Obama), è schierato in prima fila nella causa del Darfur, dal 2008 è ambasciatore della pace Onu, nel gennaio del 2010 ha ideato e promosso un telethon di beneficenza per le popolazioni colpite dal terremoto di Haiti e, come se non bastasse, partecipa personalmente a numerose campagna ambientaliste.

George Clooney con Elisabetta Canalis in Sardegna

Insomma, Clooney è un vulcano. Ed è molto apprezzato dal popolo a stelle e strisce. Al punto che, durante un’intervista rilasciata al Newsweek Magazine, gli sono state poste domande circa sue eventuali aspirazioni politiche: viene naturale supporre che possa farci un pensierino e scendere in campo, no?

Le foto di George Clooney nel film 'The American'

No. George lo esclude categoricamente. Perché? Perché, per sua stessa ammissione, ha alle spalle un passato troppo turbolento. Ha fatto ‘sesso con troppo ragazze e assunto troppe droghe, questa è la verità’. Poi il fidanzato della Canalis ha invitato tutti i politici ad essere cristallini, a ‘dire fin dall’inizio ‘io ho fatto di tutto. Ho fumato pipe di marjuana. Ora parliamo dei temi all'ordine del giorno’’. Infine, l’attore ha ironizzato: ‘Ecco, questo potrebbe diventare proprio il mio slogan: ‘Ho fumato pipe di marjiuana’!’.

 (foto © LaPresse)

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017