Excite

Fini-Prestigiacomo, parla Daniela Fini

Sono passati solo pochi giorni dalla replica del vicepremier Gianfranco Fini in merito alle "squallide" illazioni su una presunta love-story tra lui e la Prestigiacomo.
In un'intervista a Vanity Fair, in edicola domani, anche la Signora Fini si fa sentire.


Ha risposto senza battere ciglio e dissipando ogni piccolo dubbio riguardo questa presunta liason. "È stato Gianfranco a parlarmene la sera prima che si scatenassero tutti. Mi ha detto: 'Prima che tu lo legga dai giornali è giusto che ne parliamo insieme, come abbiamo sempre fatto'".

Daniela Fini continua a raccontare, dicendo di essere consapevole del fatto che ha un marito molto corteggiato.
"Pare che io sia la donna più invidiata d'Italia", dice al giornale, e racconta un paio di aneddoti:
"Al decennale di AN c'erano donne veramente senza dignità che si proponevano a mio marito, me presente, in modo veramente squallido: 'Posso avere un autografo?' e intanto si chinano per mostrare le tette. Al che io dico: 'Se stai piegata così o se stai in piedi, che te cambia?' Perchè a me la battuta non mi manca. Un'altra mi ha fatto piedino tutto il tempo sotto il tavolo, al che le ho detto: 'Hai sbagliato gamba e mi stai facendo male'".

Insomma, la Signora Fini dimostra di non avere peli sulla lingua e di essere più che sicura del rapporto con il marito.
Tutte le voci erano nate a causa del cambiamento di idea da parte del vicepremier sulla legge per fecondazione assistita, che Daniela Fini così spiega:
"Gli ho chiesto perchè l'aveva votata (la legge, ndr). Mi ha risposto che una legge è meglio del Far West".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017