Excite

Demi Lovato: "Sniffavo cocaina ogni mezz'ora", il racconto in un libro

  • Disney Channel

di Silvia Tozzi

L'ex stellina di Disney Channel Demi Lovato - ora cantante, scrittrice e giudice di X Factor Usa - racconta in un suo libro, Staying Strong: 365 Days a Year, di un'adolescenza turbolenta, segnata da dipendenze, alcool e droghe. Lo ha recentemente ribadito in un'intervista promozionale ad Access Hollywood. Ha sostenuto di essere riuscita a portare la cocaina a bordo di un aereo e di essersi fatta anche in volo: "Non riuscivo a stare mezz'ora senza cocaina e la portavo anche in aereo. Sniffare era fondamentale, aspettavo che tutti gli altri in prima classe si addormentassero, poi sgattaiolavo nel bagno per farlo".

Guarda le foto di Demi Lovato

Sniffava ogni mezz'ora, ma nessuno, a suo dire, se n'è accorto: “La cosa difficile era quando c’era qualcuno con me. Per un periodo ero affiancata da uno sponsor, c’era sempre qualcuno che mi teneva d’occhio 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Vivevano con me ma riuscivo a nasconderlo anche a loro: ero molto brava nel manipolare le persone"(in primo luogo sua madre Dianna), "mentendo continuamente. A 19 anni è difficile che tu ti dica: Sono un'alcolizzata. Più probabile pensi di essere una ribelle e di starti divertendo”.

Ecco i tatuaggi di Demi Lovato

L'attrice di Glee ha da raccontare anche aneddoti relativi anche al consumo di alcolici: “Stavo andando all’aeroporto e avevo una bottiglia di Sprite riempita con la vodka; erano solo le 9 di mattina e avevo già vomitato in auto. Tutto questo poco prima di prendere un aereo per tornare nel rehab di Los Angeles". Quindi, dopo l'ennesimo ricovero, nell'Illinois, fulmineamente Demi è guarita e ha scritto un libro come se alle spalle avesse cinquant'anni di vita dissoluta.

Demi Lovato, le foto con Joe Jonas

E nell'intervista a Access Hollywood Demi si è limitata, non trattando delle foto hot scattate con un'amica, o del sex tape che esisterebbe e sarebbe stato fatto sparire dalla Vivid Entrataiment. Demi ha avuto anche problemi di anoressia: “Morivo di fame e vomitavo di continuo”. "Avevo tutto l’aiuto che mi serviva ma non lo volevo. Ma ad un certo punto arriva il momento in cui non è più divertente quando ti fai da solo", ha raccontato la cantante 21enne. Nel libro racconta della sua dipendenza legata forse al successo raggiunto in giovane età, una storia simile a quella di Zac Efron, Lindsay Lohan e Cory Monteith.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017