Excite

Corona: "Mi vendicherò di Antonio Ricci"

Lapo, Antonio Ricci, Striscia la notizia.
Nel libro "La mia prigione" Fabrizio Corona ne ha per tutti.
"Vengo a sapere che Striscia La notizia sta trasmettendo un'intervista a Lapo", si legge nel racconto dei suoi 80 giorni dietro le sbarre (guarda le foto). "Il signorino dice che non siamo né amici né nemici e che il sottoscritto non ha ricattato lui direttamente ma la Fiat, chiedendo 200.000 euro per ritirare l'intervista del trans Patrizia".
Bugie secondo Corona, che ricorda: "Ho mille sms in cui mi esprime il suo affetto e la sua stima salvati sul telefonino".

Lo scoop di Striscia La Notizia sul caso-Lapo, l’intervista a Buscemi: il fotografo scrive la sua verità. "Farò i conti anche con Striscia la notizia, il programma di Antonio Ricci, uno che si vanta di essere il portatore di tante verità. Striscia la notizia ha intervistato un tale Roberto Buscemi che per l'occasione si è inventato di essere un mio paparazzo. Stronzate, ho detto, e ne ho le prove. Lo stesso Buscemi ha dichiarato che la sera stessa che è capitato il fatto di Lapo, lui si trovava nella stanza, a casa del trans Patrizia, e ha affermato che io gli avevo intimato di scattare le fotografie. Ma com'è possibile? Io questo nemmeno lo conoscevo. Ho saputo della sua esistenza due giorni dopo il dramma di Lapo, quando per primo, grazie a una soffiata di Renato (un mio vero paparazzo torinese), avevo agganciato Patrizia e l'avevo conquistata con 500 euro. E’ stato in quel momento che ho conosciuto Roberto. Mi si è presentato come il protettore di Patrizia. Sì, avete letto bene. E ho anche i testimoni. Questo ha dichiarato a Striscia la notizia che mi ero spogliato per ottenere l'intervista di Patrizia, che l'avevo conquistata grazie a una prestazione sessuale. Roba da pazzi".

Il rapporto, ormai deteriorato, con Antonio Ricci. "E pensare che lo stesso Ricci, quando ha avuto bisogno, è corso da me. Sia lui che il suo ufficio stampa mi avevano supplicato chiedendomi di trovare il mago Do Nascimento. E io ci sono riuscito e l'ho fatto anche gratis, senza ricevere un euro. Poi Ricci che fa? Io sono in galera e lui mi pugnala alle spalle massacrandomi".
E quello con la Ventura: "So che lei ha sparato merda su di me, ma la Ventura è la stessa che pochi mesi prima che venissi arrestato mi aveva invitato a casa sua a Milano. (...) Mi aveva chiesto di darle informazioni su Cristina Parodi e sui suoi spostamenti. Quando vedeva e se incontrava persone diverse dal marito Giorgio Gori".

Nel libro di Corona c’è anche spazio per i compagni di cella: “I”, per esempio, conosciuto anche come il "Numero Uno, 45 anni, in carcere perché accusato da un pentito. L’ho conquistato regalandogli un profumo Bulgari. (...) I mi ha insegnato tanto. Grazie a lui oggi so come si monta un kalashnikov e come si ruba un auto".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017