Excite

Bobbi Houston, la figlia di Whitney, droga dopo i funerali

  • infophoto

La notizia della morte di Whitney Houston ha scosso il mondo della musica e non solo, i fans, chi con The Voice c'è cresciuto, ma soprattutto la famiglia. In particolare la piccola Bobbi Kristina Houston, la figlia diciottenne di Whitney, nata dal matrimonio con Bobby Brown: pare che, nonostante la giovane età, soffra dello stesso demone della mamma, quel demone che si chiama 'dipendenza da sostanze stupefacenti' e che hanno portato Whitney nel tunnel, fino alla morte.

Durante i funerali di Whitney, in mezzo al dolore generale, pare che la piccola Bobbi sia scomparsa e che tempo dopo non rispondesse alle chiamate al cellulare; in seguito, è stata trovata in stato confusionale, molto probabilmente drogata, dai parenti; nei giorni trascorsi dopo la morte della madre ha già avuto due esaurimenti nervosi, ed in passato aveva già tentato il suicidio.

I parenti e gli amici sono molto preoccupati, perchè conoscono il suo problema con le sostanze stupefacenti: "I parenti sono terrorizzati che venga sopraffatta dagli stessi demoni – ha rivelato un amico di famiglia – che probabilmente hanno contribuito alla morte della madre. Non vogliono ammettere ad alta voce che ha un problema con la droga, ma ne sono ben consapevoli". Intanto, voci vicine alla famiglia raccontano che sul web si stanno diffondendo foto dove la piccola Bobbi Kristina fa uso di cocaina e che, ora, verrà portata in un centro di riabilitazione (rehab), affinchè possa superare questo periodo estremamente doloroso della sua giovane esistenza.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017