Excite

Belen con Corona anche se andrà in carcere

"Se Fabrizio dovesse tornare in galera resto con lui, non lo mollo: dovessi lasciarlo nel momento più brutto, sarei una donna piccola così. Anzi: una donna di 'emme'. E io non lo sono. Lo aspetterei anche 40 anni" così parla Belen Rodriguez a difesa del suo fidanzato, l'ex fotografo dei vip sotto processo a Milano, dove il pm Frank Di Maio non ha chiesto addirittura 40 anni di reclusione, ma sette anni e due mesi, oltre ad una multa di 1.200 euro.

Le foto di Fabrizio Corona e Belen Rodriguez 'hot' alle Maldive

"Un uomo accecato dalla bramosia di denaro" che ha compiuto "estorsioni di tipo mafioso" e che nel caso più grave, quello che coinvolse il rampollo di casa Fiat, Lapo Elkann, ha commesso una "violazione aberrante", estorcendo soldi alla famiglia e all'azienda mentre Elkann, ricoverato in ospedale per overdose "lottava tra la vita e la morte". Questo è Fabrizio Corona per il pm milanese, che prega i giudici di non concedergli le attenuanti generiche, viste anche le due sentenze passate in giudicato che pesano su di lui, tra cui la spendita di monete false.

Molto preoccupata dunque, ma decisa a rimanere accanto a Corona, nel bene e nel male, Belen Rodriguez, che aggiunge alle sue dichiarazioni rese al settimanale 'Oggi': "Se lo condannano piango come una fontana" e ancora "Chi dubitava del nostro legame era in mala fede. Io e Fabrizio abbiamo tutto: chimica, sentimento, progetti e ora anche una casa grande, formato famiglia. Perché mai avremmo dovuto 'sgonfiarci'?"

 (foto © Corriere.it)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017