Excite

Barbara Montereale: "A Villa Certosa con le slave vestite da Babbo Nataline"

Nell'ambito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Bari relativa al giro di ragazze "ospiti" del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, al quotidiano La Repubblica ha ora parlato Barbara Montereale una delle tre ragazze che la sera del 4 novembre 2008 erano a Palazzo Grazioli. La donna possiede delle foto che la ritraggono con il premier, Gianpaolo Tarantini, Patrizia D'Addario e Lucia Rossini, a palazzo Grazioli e per le vie del centro di Roma.

Guarda le immagini scattate da Barbara Montereale a Palazzo Grazioli il 4 novembre 2008

"Credevo che aver raccontato la verità fosse sufficiente - ha detto la Montereale - ma evidentemente mi sbagliavo. Ho scoperto che Patrizia, che ritenevo amica, registrava di nascosto le nostre conversazioni. Con il risultato, oggi, di farmi sembrare quello che non sono. Ho scoperto che Emilio Fede ora fa finta di non ricordare come mi ha conosciuta. Lo ribadisco: non sono una escort. Sono una modella. Non ho mai pensato di ricattare nessuno, né di arricchirmi con questa storia. E a questo punto ne voglio dare la prova".

Guarda alcune immagini di Barbara Montereale

Nel corso dell'intervista il giornalista ha ricordato alla Montereale una conversazione depositata in Procura tra lei e Patrizia D'Addario, nella quale la D'Addario riferendosi a Berlusconi ha detto: "Ti ricordi come mi corteggiava?" e la Montereale ha risposto: "Tutto davanti alle guardie del corpo. Uno schifo. Tu sei un'altra come Noemi che gli può fare male". A tal proposito la donna ha affermato: "Ricordo questo passaggio. E le cose brutte sono due. La prima è che mai avrei pensato che un'amica si mettesse a registrare una telefonata. La seconda è che qui sembra che io volessi spingerla al ricatto. Cosa che non è. Io, se non si è capito, sono berlusconiana. Quella era una chiacchiera tra amiche. Lei era furibonda e io volevo solo farle sentire che la capivo".

La Montereale ha poi parlato del suo soggiorno a Villa Certosa dove, ha detto, la maggior parte delle ragazze erano slave, romene. "Non so i paesi - ha spiegato la donna - ma erano ragazze dell'Est. Lo si capiva dall'accento con cui parlavano l'italiano. Sembravano di casa. Avevano una grande confidenza con il Presidente e infatti lo chiamavano tutte 'Papi'. Erano una più invidiosa dell'altra, in competizione una con l'altra. Facevano a gara a chi gli stava più vicina. Mi dissero che erano lì da parecchi giorni. Erano le stesse ragazze filmate in un video che io vidi in quell'occasione e girato durante le feste. Lì erano vestite da Babbo Nataline".

Nel corso dell'intervista la Montereale ha parlato anche del giornalista Emilio Fede, che ora sostiene di non averla mai conosciuta. Ma a quanto pare Fede avrebbe promesso alla donna di farla lavorare come meteorina. "La prima volta che ci vedemmo, estate 2006 o 2007, era venuto a cena al Billionaire con Silvio Berlusconi - ha raccontato la Montereale - come succede in questi casi, vengono scelte due billionairine per tenere compagnia al tavolo. E io fui una delle due. Fede, in quell'occasione, mi presentò Berlusconi. Tempo dopo, mi disse di salire a Milano, perché lì avrei fatto o la meteorina o, addirittura, avrei presentato Sipario. Un ruolo che, poi, diede a Raffaella Zardo. Fede mi diede il numero del suo cellulare e, durante l'estate, mi invitò spesso per gli aperitivi in barca con Briatore e Lele Mora. Che avrei dovuto fare la meteorina lo sapevano tutti, tanto che Mora mi chiamava 'Barbarina che tempo fa' e mi regalò anche un orologio Chronotech. Fui invitata da Briatore anche al gran Premio di Montecarlo".

A quanto pare nella vicenda sarebbe coivolta anche Manila Gorio, quella che è definita il trans più bello d'Italia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017