Excite

Azouz Marzouk: "Non sniffare? E io sniffo ancora di più"

Gli investigatori si dicono "allibiti". Ciò che traspare dai testi delle telefonate fatte nell'ultimo anno da Azouz Marzouk (arrestato l'1 dicembre) stupisce, non tanto per i continui riferimenti alla cocaina (spacciata e consumata), quanto per la totale assenza del minimo "segno di lutto" nelle parole e nelle azioni del tunisino all'indomani della strage di Erba (sua moglie, e Youssef, il suo bambino di due anni, all'epoca della prima conversazione qui riportata, non erano ancora stati sepolti):

4 Gennaio 2006: Azuz è in auto con un'amica italiana per una pausa di sesso. Lei, amica della moglie uccisa, dice "non so se facciamo bene. Io mi sento in colpa". Lui la tranquillizza: "Perché? Non devi sentirti in colpa. Non hai colpe. Facciamolo senza raccomandazioni..." (trad. "precauzioni") [...] "E' la prima volta che lo faccio in macchina" e lei: "Allora avresti potuto anche portarmi in un posto più bello".

4 Aprile 2006, "il gigolò": "Sai che ti dico? Che sono stati i mesi più belli della mia vita. Pensa che mi hanno perfino proposto soldi in cambio di sesso. Sono arrivati a dirmi quanto vuoi per una scopata?". Poi la droga. Azouz Marzouk era stato arrestato per droga nell' aprile del 2005 e rilasciato con l'indulto ad agosto del 2006. Le sue recenti conversazioni dimostrano come le sue "abitudini" (non fossero per nulla cambiate: "A me quando qualcuno mi dice di non sniffare sniffo ancora di più, per ripicca".
Tre giorni fa, appena tornato da Napoli:"Che nottata, ho pippato tutta la notte...".

C'è poco da aggiungere, parole e comportamenti del genere si commentano da sole. Ancor di più, forse, se si pensa al dolore "mediatico" millantato dall'uomo e dalle parole d'odio "dettate dalla sofferenza" nei confronti degli assassini di moglie e figlio.

Una curiosità: alla luce delle intercettazioni Fabrizio Corona, l'amico che gli aveva spalancato le porte del "successo", lo terrà nella sua scuderia di new-star seguendo l'esempio di Alessio Sundas o pigerà il tasto "delete" sulla voce in rubrica "Azuz"? Ricordiamo che il giorno stesso dell'arresto Corona era corso in visita del tunisino e aveva dichiarato: "Azouz e' un bravo ragazzo e non fa una vita di lusso. Chi spaccia veramente conduce una vita non miserevole come la sua. Se fosse uno spacciatore non avrebbe vissuto finora in un piccolo appartamento condiviso con altri cinque parenti. Il suo arresto di oggi mi sembra una assurdità.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017