Excite

Antonella Clerici e Eddy Martens ancora insieme: pace fatta a Vienna per i 50 anni della conduttrice

  • Rai - Getty

di Margherita Gamba

Sembra proprio sia una storia a lieto fine quella tra Antonella Clerici e Eddy Martens. Dopo mesi difficili, in cui i due sono stati lontani, il sereno è tornato. E, complice il compleanno per i 50 anni della conduttrice, hanno festeggiato a Vienna, in compagnia della figlioletta Maelle. Ma le preoccupazioni non sono mancate.

Antonella Clerici e le prime foto di Maelle

Antonella Clerici, le foto della conduttrice

"Sono stata a Vienna con la mia bambina e Eddy. Un compleanno drammatico. La piccola ha avuto un’influenza intestinale, ci ha fatto passare una nottata… Ma abbiamo trascorso due giorni bellissimi. E' stato comunque molto bello, al freddo come piace a me. Io sono per il recupero, sono sempre per difendere la famiglia, è molto facile oggi cambiare. Il vero senso delle cose, per me, è restare, recuperare quello a cui tieni realmente", ha raccontato la neo 50enne ai microfoni di Domenica In. Intanto la pargoletta cresce, e somiglia sempre di più al papà. Anche se dalla mamma ha assorbito alcune passioni: "Per essere così piccola è già un gigante, possente come il papà. Poi, balla e canta. Dico sempre ’speriamo non faccia il mio lavoro’. Sarebbe sempre la 'figlia di'. Vorrei fosse felice in un altro modo. Poi, alla fine, quello che farà, farà. Siccome sono un po’ anziana spero di vederla crescere almeno fino a che non sia maggiorenne, perché ho perso la mamma quando avevo poco più di trent’anni. Vorrei vederla almeno crescere strutturata".

Antonella Clerici ed Eddy Martens a spasso con Maelle: foto

Si preannuncia un Natale felice, dunque, per la famigliola. E la Clerici non potrebbe essere più serena. Soddisfazioni nella vita e nel lavoro. E, nonostante sia sulla cresta dell'onda da diversi anni, per lei, arrivata da Legnano, in provincia di Milano, c'è sempre un po' di incredulità nel pensare quanto successo abbia ottenuto: "Questa provincialità io ce l’ho dentro. Ogni tanto penso, 'ma davvero sono io che ho successo?' Ho quest’incredulità, non mi sento mai all’altezza di niente. Questo nella vita privata mi ha penalizzato, perché sono stata un po’ geisha. Nel lavoro, invece, è stata la mia forza".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017