Excite

Agnese Renzi, insegnante part time in un liceo scientifico

  • Chi

di Laura Abbate

Noi l'abbiamo conosciuta come Agnese Renzi, la moglie dell'attuale Presidente del Consiglio, ma negli ambienti scolastici della rossa Toscana, la first lady è nota, semplicemente come la professoressa Landini. Dettagli... Il settimanale Chi (domani in edicola) ha immortalato la signora alla fine del suo primo giorno di scuola: ha infatti accettato un incarico come supplente al Liceo Scientifico di Pontassieve, a due passi da casa. Sì, ironia della sorte, il Premier ha una precaria in casa. Per questo motivo, il famigerato articolo 18 gli sta a cuore, la mamma dei suoi figli infatti è una delle centinaia di insegnanti italiane che non ha una cattedra e che si arrabbatta tra un periodo di supplenza in questo istituto e un periodo in quest'altro. Beh certo, con un marito capo del Governo c'è poco da arrabbattarsi, però come si dice, nota di merito a colei che, piuttosto che esser mantenuta (e il mantenimento certamente sarebbe lauto) preferisce continuare a fare quello che ha sempre fatto: l'insegnante, la mamma e...ovviamente la moglie.

Agnese Renzi in bikini: fisico da urlo

Lo aveva detto che sarebbe tornata alla sua professione, che insegnare italiano e latino resta la sua più grande passione. Di fare la lady di Palazzo Chigi full time non ne ha nessuna intenzione. Si era presentata a settembre al Netwon di Scandicci, dove sono state affidate le nomine ed era tornata a casa senza nulla. Al quotidiano La Repubblica nel corso di un'intervista aveva detto: "Anch'io mi metto in coda, perché non dovrei?" Aveva poi aggiunto: "Sono precaria da otto anni, ma in questa sala ci sono atipici della scuola da dieci e anche da quindici anni. E ogni anno, a settembre, devono venire qui ed attendere ore senza sapere se riusciranno a veder ripagati i loro sacrifici". Adesso ce l'ha fatta.

Anche così, nella normalità degli eventi, l'Italia come verso? Può essere... Ok, qualcuno potrebbe dire che Lady Renzi soffia il posto (precario) a chi avrebbe bisogno di lavorare più di lei. Questa è l'altra faccia della medaglia (sempre che ne esista ancora una), ma la questione regge poco, se è stata chiamata per una supplenza vuol dire che è inserita in una graduatoria e che tecnicamente ha un punteggio tale per cui può esserle affidato l'incarico. Non è mica andata a fare il Ministro dell'Istruzione. Per una volta, che in questo Paese vale il merito...

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017