Excite

Adele, insulti al figlio appena nato su Twitter: vittima di trolls

  • adele.tv official

Va bene non amare un tal personaggio dello showbiz e magari prenderlo in giro su Facebook e Twitter, sempre nei limiti della decenza e del decoro, può passare, tanto più quando sono le celebrities stesse a mettersi alla gogna rispondendo alle provocazioni o insultando a loro volta. Del resto, è fin troppo facile commentare o insultare nascosti dietro ad un monitor e senza un contatto diretto con la persona che si sta vessando, è anzi, un trend fin troppo diffuso e popolare ai tempi dei social media.

Adele e il fidanzato, le foto

Ma anche quì c'è un limite: le minacce di morte, gli insulti gratuiti, la diffusione di messaggi di odio verso personaggi che non si conosce neanche, non deve essere tollerata. La famosa "netiquette", neologismo sincratico che unisce il vocabolo inglese network (rete) e quello di lingua francese étiquette (buona educazione), pare essere diventato un perfetto sconosciuto per molti. Vittima di questo abuso la cantante Adele, che dopo aver dato alla luce il suo primo figlio, avuto dal compagno Simon Konecki, 38 anni ha ricevuto una sgradita sorpresa.

Come valorizzare le curve, lo stile di Adele

Sul suo profilo Twitter sono apparsi questi a dir poco sgradevoli messaggi, degni di persone prive di cuore e sensibilità; Vanessa Bieber ha scritto: "Oooh, Adele ha dato alla luce un bambino. Per caso è grasso e handicappato? Uccidetelo e basta!"; un altro utente si è spinto oltre e ha scritto: "Andrò nel Regno Unito e la ucciderò, lei e il suo bambino". Non è la prima celebrities ad essere vittima di questi trolls, in passato anche Gary Barlow aveva ricevuto un trattamento simile dopo la morte di suo figlio. Non ci sono commenti a tanta cattiveria.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017