Excite

A Woodcock piacciono i kiwi

Ma chi è davvero Henry John Woodcock? Come vive la sua vita fuori dai tribunali? Quali sono le sue passioni, i suoi hobby, le sue amicizie? Cosa acquista al supermercato e quali quotidiani sceglie in edicola?
Domande che forse alcune persone si sono fatte in questi giorni. Domande alle quali ha provato a rispondere DiPiùTv, presentando un ritratto particolare del pubblico ministero più famoso del momento.

Tanto per cominciare Henry è figlio unico. E' nato a Taunton, in Gran Bretagna, il 23 marzo 1967.
Ha 40 anni appena compiuti con una festa tra amici.
Il papà George, discendente di una nobile famiglia inglese, oggi in pensione, è un ex insegnante di lingue all'Accademia militare di Livorno.
La mamma Gloria, invece, è originaria di Napoli, città dove lui è cresciuto e ha studiato.
Dopo la maturità al liceo Umberto I, ha studiato Giurisprudenza. Durante la scuola di preparazione all'esame in magistratura incontra Stefania Starace, oggi giudice civile, che sposa nel 2000. Con lei ha preso casa a Napoli.
John ha superato il concorso per diventare magistrato nel 1996. Tre anni più tardi gli hanno assegnato il Tribunale di Potenza.

Celebre per il suo look io il più possibile casual e informale, oggi si parla di uno "stile Woodcock". Il suo abbigliamento ideale è: giacca un po' sgualcita, giacconi alla moda, qualche volta la cravatta ma di quelle che lasciano il segno.
L'acconciatura, poi: capelli lunghi, spesso spettinati, con ciuffi ribelli. E la barba sempre curata.
Per muoversi utilizza una Volvo station wagon ammaccata o la vecchia moto da cross, stile centauro.

Il suo orario di lavoro è dalle sette del mattino alle otto di sera, per cinque giorni a settimana.
Poi, il venerdì prima di cena parte per Napoli e va dalla moglie.

Il magistrato a Potenza gira senza scorta, abita in un appartamento del centro storico di una settantina di metri quadri: ultimo piano di un edificio con mansarda.
Nella città lo chiamano"il dottore" con il massimo rispetto.

Il titolare della macelleria sotto casa dice di lui: "Lo vedo uscire intorno alle sei e mezzo. É un uomo cordiale e, se non va di fretta, prendiamo il caffè insieme nel bar qui vicino".
Non è raro vedere Woodcock andare a lavoro a piedi. Sono due i chilometri che separano la sua abitazione dal posto di lavoro.
"Ogni giorno acquista tre o quattro quotidiani, i principali. A volte, qualche settimanale", dicono all'edicola.

Uscito dal Tribunale, a volte si ferma al supermercato: "Prende il cestino e non il carrello perché compra poche cose per volta", dice un impiegato. "Si sa del resto che spesso gli piace mangiare al ristorante. Ma non rinuncia mai ai formaggini. Ne compra sempre varie confezioni. E anche la carne gli piace molto. Gli piacciono molto le bistecche di vitella, tagliate grosse. Oppure i petti di pollo".

E la frutta? Non manca nemmeno quella. Il fruttivendolo di fronte a casa dice: "Viene una o due volte a settimana. E' sempre di buonumore. Di solito, prende arance e banane. E poi, i kiwi: dice sempre che gli piacciono molto".

Il ristorante preferito dal magistrato è "La Tettoia": "Comincia con l'antipasto. Chiede quello misto, con prodotti delle nostre terre: ricotta, salame, caciocavallo, mozzarella", dice il gestore. "Piccoli assaggi di ogni specialità. Poi, passa al primo: la pasta. Tra i suoi piatti preferiti, ci sono gli strascinati, una tipica pasta del luogo, come delle grandi orecchiette. Li ordina in genere con i peperoni. E li accompagna con del vino rosso. Poi conclude con la frutta: kiwi, ananas".

DiPiù Tv analizza anche il capitolo barba. "Ogni settimana la barba viene a farsela regolare da me", dice Paolo Mattia, barbiere in un vicolo del centro storico di Potenza. "Gli piace l'effetto barba di due giorni. Per ottenerlo, uso un rasoio elettrico. Alla fine, non chiede profumi né dopobarba: resta al naturale".

Le sue cravatte le acquista alla ditta Marinella di Napoli, come tanti politici e personaggi dello spettacolo.
Woodcock non ha molto tempo libero e infatti nel suo quartiere nessuno lo ha mai visto fare dell'altro che non sia la sua professione.
Solo una volta partecipò a una partita amichevole di calcetto tra magistrati e avvocati. "Il dottore giocò da attaccante, i magistrati vinsero 2-1, ma lui non segnò", ricorda uno spettatore.

Fra le passioni del magistrato c'è il mare. Ama andare in barca e comprare moto vecchie.
Per un periodo, poi, Woodcock ha tenuto con sé a Potenza un pastore tedesco femmina, Sally. "Ma poi il cane si è ammalato e lo ha portato a Napoli", dice un barista del centro.

gossip.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017